Messina: i carabinieri arrestano in flagranza di reato un 36enne messinese per furto aggravato all’interno di un’auto in sosta

Messina: i carabinieri arrestano in flagranza di reato un 36enne messinese per furto aggravato all’interno di un’auto in sosta

 

 

Nel tardo pomeriggio di martedì 5 aprile 2016, i carabinieri della Stazione di Messina Gazzi hanno tratto in arresto Carmelo CARROLO, pregiudicato messinese classe 1979, resosi responsabile di furto aggravato all’interno di un’auto privata, che si trovava in sosta nei pressi dell’ospedale Policlinico.

Tutto ha inizio intorno alle 19, quando un privato cittadino tornando a prendere la propria autovettura – che aveva poco prima parcheggiato lungo la via Consolare Valeria, dove si era recato in giornata per motivi di lavoro – ha notato che la portiera era aperta e che all’interno vi era un uomo, intento a rovistare l’abitacolo alla ricerca di oggetti da trafugare. Vistosi scoperto, il ladro si era repentinamente dato a precipitosa fuga, dileguandosi per le vie adiacenti, senza lasciare alla vittima la possibilità di provare a bloccarlo.

Immediate la richiesta di aiuto ai carabinieri e l’arrivo sul posto di una pattuglia della Stazione di Messina Gazzi, che accertata la circostanza ha subito raccolto il maggior numero di dettagli possibile sull’accaduto, ponendosi senza perder tempo alla ricerca del malfattore. Poco dopo i carabinieri hanno notato un soggetto, che corrispondeva alla descrizione del ladro, entrare di corsa nel portone di un condominio non distante dal luogo degli eventi. Avendolo riconosciuto nel pregiudicato Carmelo CARROLO, residente proprio in quel palazzo, i militari si sono precipitati direttamente al suo appartamento, dove l’hanno trovato nascosto sotto il letto. Addosso aveva ancora la refurtiva: documenti della vittima, effetti personali, chiavi e CD musicali asportati dall’auto.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Messina Sud, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, che avrà luogo nella mattinata odierna, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Articoli simili

Posta un commento