LA POLIZIA DI STATO PROTAGONISTA DEL GRANDE SCHERMO FINLANDESE

LA POLIZIA DI STATO PROTAGONISTA DEL GRANDE SCHERMO FINLANDESE

LA POLIZIA DI STATO PROTAGONISTA DEL GRANDE SCHERMO FINLANDESE

Il 15 aprile 2016, durante l´”European Film Weeks”, la tradizionale rassegna del cinema contemporaneo promossa dalla Commissione Europea in Finlandia,  sarà proiettato a Helsinki  il lungometraggio ideato e realizzato dalla Polizia di Stato con la supervisione scientifica del Dipartimento di Psicologia dell´Università La Sapienza di Roma e cofinanziato dalla Commissione Europea.
Proprio in occasione dell´importante rassegna cinematografica internazionale, aperta al pubblico e completamente gratuita, l´Ambasciata Italiana e l´Istituto  Italiano di Cultura in Finlandia, invitati a proporre un proprio film da inserire nel programma, hanno scelto di presentare il film “Young Europe” .
Il film Young Europe, nato nell´ambito del progetto “ICARO”, la più importante campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con partner del mondo istituzionale e privato e condivisa in tutta Europa con l´acronimo di ICARUS (Inter Cultural Approaches for Road Users Safety) , si rivolge direttamente ai giovani, con un linguaggio semplice e diretto e con l´obiettivo di trasmettere ai ragazzi la consapevolezza dei rischi ma ha anche l´ambizione di scuotere le coscienze degli adulti  che spesso non offrono un buon esempio da imitare nella guida.
La sicurezza stradale costituisce il filo conduttore del film, che vuole far riflettere i giovani su come   i comportamenti imprudenti, l´eccessiva spregiudicatezza o la scarsa valutazione delle circostanze sfocino troppo spesso in incidenti stradali molti dei quali, purtroppo, mortali. E´ in tale chiave di lettura  si snodano  le storie dei giovani protagonisti del film, che pur vivendo in quattro distinte realtà europee, sono  accomunati tutti dalla triste esperienza dell´incidente stradale che cambierà per sempre le loro vite.
Dopo la battuta d´arresto registrata dall´ISTAT nel corso del 2014 nella riduzione del numero delle vittime sulle strade – con appena 20 deceduti in meno rispetto al 2013 -, l´incidentalità rilevata nel 2015 da Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri ha evidenziato una preoccupante inversione di tendenza, con un aumento degli incidenti mortali del 2,5% (40 incidenti in più del 2014, da 1.587 a 1.627) e, soprattutto, delle vittime del 1,3% (22 deceduti più, da 1.730 a 1.752).
Unica categoria che fa registrare un dato positivo è invece proprio quella dei giovani: diminuiscono infatti  del 6% le  vittime al di sotto dei 30 anni di età, 442 contro 470 del 2014 (28 morti in meno). Questo dato risulta sicuramente confortante, anche alla luce del costante impegno che la Polizia Stradale investe nell´educazione stradale rivolta ai ragazzi, cercando negli anni di veicolare i messaggi di sicurezza stradale attraverso un linguaggio che arrivi direttamente alle loro emozioni .

Articoli simili

Posta un commento