Controlli del territorio: arrestato dalla Polizia un ventiduenne per resistenza e lesioni a P.U.; rintracciato cinquantenne con a carico ordine di cattura per carcerazione

Controlli del territorio: arrestato dalla Polizia un ventiduenne per resistenza e lesioni a P.U.; rintracciato cinquantenne con a carico ordine di cattura per carcerazione

Ieri mattina, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, gli agenti delle Volanti hanno arrestato nella flagranza di reato Romeo Ivan Fortunato Cesareo Valerio, ventiduenne di Messina, ritenuto responsabile del reato di resistenza e lesioni personali a P.U.

In particolare, i poliziotti transitando nei pressi della Stazione Centrale hanno notato un giovane con fare sospetto che allo loro vista si è dato a precipitosa fuga. Tempestivamente, il giovane è stato fermato, lo stesso, in evidente stato di alterazione psichica, ha iniziato a minacciare i poliziotti con un coltello da cucina estratto da una tasca del giubbotto, e a sferrare contro di loro calci e pugni. Inoltre, lo stesso ha lanciato contro di loro delle forbici che teneva nascoste nei jeans. Dopo la colluttazione il ventiduenne viene bloccato ed arrestato.

Su disposizione del P.M. di turno dr. Antonio Carchietti, l’arrestato è stato ristretto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G.

Inoltre, a seguito di segnalazione alla Sala Operativa di una lite, gli agenti delle Volanti si sono recati in questa via Latteri, ove hanno individuato ed identificato Poidomani Salvatore, cinquantunenne originario di Modica (RG). Lo stesso dagli accertamenti effettuati è risultato essere destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, perchè responsabile dei reati di violenza privata e minaccia. L’uomo, pertanto, è stato tradotto presso il carcere di Messina Gazzi. Lo stesso dovrà espiare la pena della reclusione ad anni 2.

Stalking. Arrestato 27enne di Barcellona P.G.

Vittima dell’uomo l’ex fidanzata

Sabato scorso gli agenti del Commissariato P.S. di Barcellona P.G. hanno tratto in arresto M. A., 27enne di Barcellona P.G., già noto agli uffici di Polizia, ritenuto responsabile di atti persecutori, violazione di domicilio, lesioni aggravate e danneggiamento in danno dell’ex convivente.

L’uomo, infatti, si è introdotto nell’abitazione della vittima, nel tentativo di riallacciare la loro relazione sentimentale, ma al diniego della stessa l’ha minacciata con un coltello da cucina e percossa ripetutamente con schiaffi e calci. Successivamente la donna è costretta a prendere l’auto e a recarsi in un luogo impostole dallo stalker, ove è stata nuovamente picchiata. Le urla della vittima, che hanno attirato l’attenzione dei vicini, hanno fatto allontanare l’aggressore, non dopo averle però danneggiato l’automobile.

L’arrestato, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona P.G. dr. Alessandro Liprino, è stato condotto presso la casa Circondariale di Messina

Articoli simili

Posta un commento