Estate con Mauro Bigonzetti: laboratorio e galà di danza con il coreografo e direttore del corpo di ballo del Teatro alla Scala

Estate con Mauro Bigonzetti: laboratorio e galà di danza con il coreografo e direttore del corpo di ballo del Teatro alla Scala

Domenico Giuseppe Muscianisi – Dall’inizio di questo 2016 in Italia il nome di Mauro Bigonzetti si è sentito molto spesso al di là della nicchia specifica della danza. Infatti, la suaCinderella ha aperto la stagione 2015/16 del Teatro alla Scala, a marzo è stato nominato direttore del corpo di ballo milanese, a maggio ha presentato in una conferenza stampa per la prima volta dedicata solo al ballo il programma della prossima stagione scaligera e nello stesso mese è volato agli Oscar della danza al Teatro Bol’šoj di Mosca per la nomina della sua Cinderella come migliore coreografia al Premio Benois de la Danse.
ll prossimo 6 agosto a Marina di Pietrasanta (Lucca) sarà interamente dedicato al Mº Bigonzetti, anzi in prima persona curerà il workshop e il galà di danza nell’ambito del Festival La Versiliana, organizzato in collaborazione tra Milleluci Entertainment e la Fondazione La Versiliana e diretto da Mario Marozzi, già étoile del Teatro dell’Opera di Roma.
Il festival prevede un Laboratorio coreografico guidato dallo stesso Bigonzetti con l’assistenza di Roberto Zamorano e Mario Marozzi, in cui i partecipanti selezionati su un numero chiuso verranno introdotti nel mondo della creazione coreografica del Maestro apprezzato in tutto il mondo, in particolare verrà messa in risalto la carica espressiva della tecnica, del movimento fluido dei corpi e il coinvolgimento emotivo e fisico tipico della danza contemporanea. La novità assoluta consiste nel fatto che i danzatori partecipanti diventeranno parte e soggetto stesso dell’immaginario di Mauro Bigonzetti nel processo creativo della danza.
La giornata si chiuderà con la Serata Bigonzetti, un galà di danza con le coreografie più rappresentative di Mauro Bigonzetti, interpretate dai danzatori per cui sono state create. Le coppie  artistiche ‘fisse’ sono: Christian Fagetti e la solista Virna Toppi (Teatro alla Scala) con il pas de deux della Cinderella appena danzato al Teatro Bol’šoj di Mosca e Wam sulle sonate per piano di Mozart; Rocío Alemán e Pablo von Sternenfels (solisti allo Stuttgarter Ballett) con Kazimir’s Colours ispirata al suprematismo e astrattismo geometrico di Kazimir Malevič; Garazi Perez Oloriz e Maurus Gauthier (Gauthier Dance del Theaterhaus Stuttgart) con Alice tratta dalla fiaba surreale di Lewis Carroll su musiche popolari. Saranno presenti le coppie ‘mobili’ provenienti dall’Aterballetto quad’era diretto da Bigonzetti di Daniele Ardillo, Valerio Longo, Ivana Mastroviti e Johanna Hwang che si alterneranno in Petit Pua (suite da Rossini Cards), in Almost Blue (tributo al balletto concertante), in Passo continuo su musiche apposta composte da Galeandr. Solisti esclusivi saranno Adrien Boissonnet (MIR Compagnie di Basilea), che interpreterà Serenata su musiche di Rossini e Vincenzo Capezzuto (danzatore e cantante internazionale), che si esibirà nello Stabat Mater di ‘teatro totale’ misto di musica, canto e danza. Esibizioni solistiche prevedono Girasole di Ivana Mastroviti, Certe notti sulla musica di Ligabue e Jimi Jimi sulla musica di Jimi Hendrix di Valerio Longo. Particolare attenzione sarà dedicata alla coreografia di apertura del galà Cantata, che richiama i colori, i suoni, la gestualità e la vita del Sud, in particolare del Sud che si bagna nel Mediterraneo: il passo a due di Garazi Perez Oloriz e Maurus Gauthier si intreccerà agli assoli di Ivana Mastroviti e Adrien Boissonnet. L’introduzione e il finale prevederanno una curatela specifica di Mauro Bigonzetti con tutti gli artisti ospiti del galà.
Vitalità, Mediterraneo, passione, Sud e creazione sono le parole chiave che si muovono e si fondono nella danza del prossimo 6 agosto con Mauro Bigonzetti.

Articoli simili

Posta un commento