La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 44enne palermitano, per il reato di detenzione abusiva di arma da guerra

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 44enne palermitano, per il reato di detenzione abusiva di arma da guerra

Nel pomeriggio di ieri personale della Squadra Mobile di Palermo nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di prevenzione e contrasto ai reati contro la persona ed il patrimonio, ha fermato in via Archimede, a bordo del proprio ciclomotore un  pregiudicato palermitano.

I poliziotti durante il controllo hanno scoperto all’interno del bauletto del ciclomotore una busta che avvolgeva una scatola in metallo contenente un ordigno bellico adagiato su segatura.

I poliziotti, hanno provveduto immediatamente a cinturare la zona ed a  chiamare gli artificieri della Polizia di Stato che trasportato l’ ordigno in un luogo idoneo, hanno provveduto a metterlo in sicurezza.

L’ ordigno bellico sequestrato è del tipo bomba a mano S.R.C.M. (Società Romana Costruzioni Meccaniche) modello 35 con spoletta a percussione universale contenente circa 50 gr. di tritolo e schegge metalliche avente un potere detonatore a raggio di 30 mt.

L’ ordigno risulta attualmente in uso alle forze armate.

Sono in corso indagini di polizia giudiziaria da parte della Squadra Mobile per risalire alla provenienza dell’ ordigno sequestrato nonché al possibile impiego.

 

Articoli simili

Posta un commento