La Polizia di Stato di Ancona e di Pesaro ha arrestato cinque componenti di un sodalizio criminale composto da cittadini albanesi dediti al traffico internazionale di stupefacenti

La Polizia di Stato di Ancona e di Pesaro ha arrestato  cinque componenti di un sodalizio criminale composto da cittadini albanesi dediti al traffico internazionale di stupefacenti

La Polizia di Stato di Ancona e di Pesaro ha arrestato  cinque componenti di un sodalizio criminale composto da cittadini albanesi dediti al traffico internazionale di stupefacenti.

 

L’operazione  è stata condotta la scorsa notta nei pressi della foce del fiume Metauro, gli investigatori hanno notato due soggetti  che, giunti a bordo di una veloce Alfa Romeo, si sono nascosti nel canneto ed hanno iniziato a fare segnali con un puntatore laser in direzione del mare aperto. Dopo oltre mezz’ ora di attesa è giunto un camion, caricato in tutta fretta da tre soggetti, mentre altri due si preoccupavano di scaricare freneticamente le balle contenenti lo stupefacente, ammassate sia all’interno che appese per tutti i lati ad un grosso natante appena spiaggiato.

I poliziotti delle Squadre Mobili di Ancona e di Pesaro e del Commissariato di P.S. di Fano hanno deciso di entrare in azione, illuminando a giorno la zona dell’ operazione con razzi segnalatori e bloccando i cinque, disorientati dalla rapidità dell’intervento, impedendo loro ogni tentativo di fuga.

 

Gli inquirenti hanno sequestrato oltre 1.800 kg di marijuana, la vettura e il natante, 1.000 litri di benzina, che i trafficanti avevano nascosto in 36 taniche da stivare a bordo del natante per il rientro nel porto balcanico (ancora sconosciuto) dal quale era partito il carico; nonché due jammer(disturbatori di frequenze per impedire le intercettazioni) e un puntatore laser.

 

Ulteriori informazioni saranno rese note nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore  10.30 odierne presso la Procura della Repubblica di Pesaro.

 

 

Articoli simili

Posta un commento