Menaggio. Un arresto dei Carabinieri per droga in abitazione

Menaggio. Un arresto dei Carabinieri per droga in abitazione

A SEGUITO DI ARTICOLATA ATTIVITÀ DI INDAGINE, L’ALIQUOTA OPERATIVA DEL NUCLEO OPERTIVO E RADIOMOBILE DI MENAGGIO HA TRATTO IN ARRESTO, IN DATA 18/08/2016, UN GIOVANE RESIDENTE A ZELO SURRIGONE (MI): L’ARRESTO È SCATURITO DA UNA PERQUISZIONE DOMICILIARE ESEGUITA IN VIGEVANO (PV), ABITAZIONE NELLE DISPONIBILITÀ DELL’ARRESTATO, CHE SI CONCLUDEVA CON IL RINVENIMENTO DA PARTE DEI MILITARI DELL’ARMA DI 47 GRAMMI DI HASHISH, 0,5 GRAMMI DI COCAINA, 3 PIANTE DI CANAPA INDIANA DELL’ALTEZZA DI CIRCA UN METRO CADAUNA, 2 BILANCINI DI PRECISIONE, NONCHÉ ATTREZZATURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPACCHI SOTTOVUOTO.

SEMPRE NELL’AMBITO DELL’ATTIVITÀ DI PREVENZIONE E REPRESSIONE DEI REATI INERENTI LA DETENZIONE E LO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, IN DATA 25/08/2016, ALLE PRIME LUCI DELL’ALBA, 47 MILITARI COADIUVATI DA 5 UNITÀ CINOFILE ANTIDROGA E DA POLIZIA GIUNTE DAI NUCLEI CINOFILI CARABINIERI DI ORIO AL SERIO (BG) E CASATENOVO (LC), DAVANO CORSO AD ALCUNE PERQUISIZIONI DOMICILIARI ESEGUITE IN VAL D’INTELVI.

LE ABITAZIONI PERQUISITE IN TOTALE SONO STATE 13.

DURANTE LE OPERAZIONI SCATURITE DALL’INDAGINE SEGUITA DAL N.O.R. DI MENAGGIO, È STATO TRATTO IN ARRESTO PER IL REATO DI DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO, UN GIOVANE CLASSE 94, RESIDENTE A SEGRATE (MI) MA DOMICILIATO IN CASTIGLIONE D’INTELVI, POICHÉ TROVATO IN POSSESSO DI 33,08 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE TIPO HASHISH, 123,50 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE TIPO MARIJUANA, 3 CARTONCINI DI SOSTANZA STUPEFACENTE VEROSIMILMENTE LSD.

LE PERQUISIZIONI ESEGUITE IN DATA 25/08/2016, HANNO PERMESSO DI RECUPERARE COMPLESSIVAMENTE:

  • 138,65 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE TIPO MARIJUANA;

  • 3 PIANTE DI MARIJUANA DELL’ALTEZZA DI CIRCA UN METRO CADAUNA;

  • 50,76 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE TIPO HASHISH;

  • 1,89 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE TIPO COCAINA;

  • MEDICINALI VARI: 6 FLACONI DI NANDROLONE DECANOATE (INSERITO NELLE TABELLE DI SOSTANZE RITENUTE PSICOTROPE); VARIE QUANTITÀ DI SOSTANZE DOPANTI, NON DI LIBERA VENDITA, LA CUI SOMMINISTRAZIONE È CONSENTITA SOLO PER DETERMINATE PATOLOGIE E SOLO DIETRO STRETTA SUPERVISIONE MEDICA (GONASI, SUSTANON, PROVIRON MESTEROLONE; TESTOSTERONE-CYPIONATE, OMNADREN).

IL GIOVANE TROVATO IN POSSESSO DEI SUINDICATI MEDICINALI È STATO DEFERITO IN STATO DI LIBERTÀ ALL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA AI SENSI DELLA LEGGE N. 376 DEL 2000 CHE DISCIPLINA LA TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE E DELLA LOTTA CONTRO IL DOPING.

L’ATTIVITÀ INVESTIGATIVA HA PORTATO ALLA DENUNCIA IN STATO DI LIBERTÀ DI 14 GIOVANI RESIDENTI NELLA VAL D’INTELVI E NEL MILANESE PER I REATI INERENTI LA DETENZIONE E LO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE.

Articoli simili

Posta un commento