Il Pd fa la voce grossa: Alemanno e Previti dettano legge a Roma

Il Pd fa la voce grossa: Alemanno e Previti dettano legge a Roma

Nuove polemiche a Roma sulla giunta Raggi. Al centro della bufera la nomina di Raffaele De Dominicis ad assessore capitolino al Bilancio —
Fonte: Gglobalistsyndication

 

La deputata Alessia Morani si è scagliata contro la neo sindaca: “In omaggio alla trasparenza, oggi dalle parole dello stesso neo assessore al Bilancio Raffaele De Dominicis apprendiamo che la scelta è stata fatta su indicazione dell’avvocato Sammarco. Un’ulteriore conferma, dopo il caso Marra, che a Roma sta tornando indietro sia nei metodi di decisione, sempre in circoli di potere ristretti e opachi, sia nei legami con quel mondo della peggiore destra che tanti danni ha fatto alla città”. “Nessun nuovo vento, nessun cambiamento – ha incalzato la parlamentare del Pd – ma solo il perpetuarsi dei peggiori vizi della capitale”.
De Dominicis, ex procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio, ha commentato in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ la sua nomina ad assessore al Bilancio al posto di Marcello Minenna. “Un amico, l’avvocato Sammarco, mi ha chiesto la disponibilità e io ho ritenuto di dovermi mettere a disposizione” ha affermato De Dominicis rivelando inoltre di non aver ancora incontrato la sindaca Virginia Raggi. “Io sono fuori Roma quindi ci siamo sentiti al telefono due giorni fa e ho capito che abbiamo gli stessi obiettivi. Ho avvertito un intento comune. La prossima settimana rientro a Roma e comincerò questa avventura” ha concluso.
Una nomina duramente criticata anche nel Pd anche da Ernesto Carbone. “A Roma è il caos – sottolinea – il sindaco Raggi in guerra con il movimento e i vari spezzoni dei direttori, nomina Raffaele De Dominicis al posto dell’assessore Minenna. Proprio le modalità con cui si è arrivati a questa scelta la dicono lunga sulle tensioni esistenti: la nomina è avvenuta infatti per segnalazione dell’avvocato Sammarco”.
“Il partito-movimento, che voleva dare insegnamenti di democrazia diretta e trasparenza – prosegue – subappalta la scelta per incarichi di primo piano al Comune di Roma al titolare dello studio legale dove la Raggi faceva il praticantato. E’ la prova che Alemanno e Previti dettano legge nella giunta capitolina con buona pace dei grillini e delle loro ansie di presunto cambiamento, aspettative asfaltate dalla stessa Raggi”.
Gli fa eco il senatore del Partito democratico, Stefano Esposito. “Il nuovo assessore al Bilancio della Giunta Raggi è stato segnalato dallo studio Sammarco. Avranno chiesto un parere a Previti?” scrive su Twitter.

Articoli simili

Posta un commento