Caserta. Padre e figlio arrestati per violenza a pubblico ufficiale e altri reati

Caserta. Padre e figlio arrestati per violenza a pubblico ufficiale e altri reati

La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato due persone, padre e figlio, per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, denunciandoli inoltre per uccisione  e abbandono di animali nonché per furto aggravato. Gli agenti della Squadra mobile, hanno liberato 14 volatili di specie autoctona protetta,  beccacce, barbagianni, gufi, assioli, capinere, gruccioni. I poliziotti sono intervenuti a Grazzanise, subendo la violenta resistenza dei due arrestati che si erano barricati nella propria abitazione. Nei pressi del portone d’ingresso, sono stati rinvenuti 5 scatoloni in cui giacevano diversi uccelli e in un appezzamento di terreno adiacente, 4 reti, 3 richiami acustici, 2 altoparlanti, 16 stampi di plastica di anatre e pavoncelle. All’interno della casa invece, venivano rinvenuti e sequestrati 9 fucili da caccia legalmente detenuti. Gli uccelli sono stati affidati al Presidio Ospedaliero Veterinario di Napoli per le cure del caso e la successiva liberazione.

 

Articoli simili

Posta un commento