Milano, signora 85enne subisce tentativo di truffa ma interviene la polizia che blocca tutto e arresta il truffatore

Milano, signora 85enne subisce tentativo di truffa ma interviene la polizia che blocca tutto e arresta il truffatore

Mercoledì 26 ottobre una signora 85enne residente in città, attraverso il servizio 112 NUE, contatta la centrale operativa della Questura di Milano dicendo di aver ricevuto la telefonata, sul proprio cellulare, da parte di una persona che dice di essere suo nipote e di avere bisogno di 9mila euro a seguito di un incidente stradale appena occorsogli.

La donna, mantenendo viva la telefonata sul cellulare come richiestole dal truffatore che voleva seguire i movimenti della signora per accertarsi che la stessa si sarebbe recata in poi in banca per prelevare il denaro e consegnarglielo, si sposta verso il telefono fisso da cui chiama la Polizia e racconta il tutto.

L’operatore, dopo averla rassicurata, si prende carico della situazione e, avvertendo la Squadra Mobile che si reca nei pressi dell’abitazione della donna per seguirla, le dice di andare a prelevare in banca la somma dove personale della filiale viene avvertito.

Al rientro presso l’abitazione, sempre in linea con il truffatore, l’anziana viene dallo stesso invitata a scendere perchè arriverà il “signor Bianchi” a ritirare la somma. Appena il cittadino polacco IAN KIERPACZ, del 1970 e con precedenti speicifici nel 2014, si avvicina e ritira la busta (al cui interno il cassiere della filiale aveva messo solo un paio di banconote vere e molta carta straccia) personale della 6^ Sezione della Squadra Mobile procede all’arresto in flagranza

verosimile che l’arrestato, polacco, sia il complice della persona che aveva chiamato l’anziana donna.

Articoli simili

Posta un commento