LA 1° CONVENTION DI “FAMIGLIA INDIFESA”: L’ACCESSO AGEVOLATO ALLE PORTE DELLA GIUSTIZIA CON IL PATROCINIO GRATUITO DELLO STATO

LA 1° CONVENTION DI “FAMIGLIA INDIFESA”: L’ACCESSO AGEVOLATO ALLE PORTE DELLA GIUSTIZIA CON IL PATROCINIO GRATUITO DELLO STATO

DOMANI, Sabato 29 ottobre, alle 16.00, alle Ciminiere di Catania – sala C3 —

CATANIADomani, sabato 29 ottobre alle Ciminiere di Catania (sala C 3, ore 16.00), si svolgerà la I° convention organizzata dall’associazione “Famiglia inDifesa”, il Movimento sociale nato a Catania lo scorso giugno, allo scopo di aiutare e tutelare i diritti dei cittadini e delle famiglie che versano in condizioni di assoluta difficoltà economica, dando l’adeguata assistenza legale gratuita grazie al patrocinio dello Stato che coprirà le spese (per quelle famiglie il cui reddito annuo è inferiore agli 11.500 euro) o con tariffe agevolate.

Un’associazione, capitanata da Vincenzo Drago – avvocato esperto in diritto bancario e contributivo – che intende “aprire le Porte della Giustizia” – solitamente negate a chi convive quotidianamente con la crisi economica E DUNQUE IMPOSSIBILITATA A FAR VALERE I PROPRI DIRITTI.

Questi, gli argomenti principali che saranno affrontati in una fittissima scaletta di interventi intervallati da Danilo Pasqualino che modererà la Convention: pratiche errate avviate dall’Agenzia delle Entrate, sanatorie sui vecchi debiti con Equitalia, cause di sfratto, fallimenti, contenziosi, vendita della casa all’asta pubblica, anatocismo bancario, mancanza di comunicazione sul Fondo interbancario di tutela dei depositi, la tutela dei correntisti nei riguardi delle banche, sovra indebitamento e pignoramenti.


GLI INTERVENTI:

Aldo Franco consulente politico di Famiglia inDifesa spiegherà quanto incidano le scelte politiche sulla gestione economica di un Paese; Paolo Traina pres. dell’associazione MMT che avvalendosi di un video esporrà sul rapporto “la presenza delle banche nell’economia sociale”, Mario Barbagallo attivista di Famiglia inDifesa affronterà il tema usura/anatocismo bancario; infine, a conclusione degli interventi previsti prima di aprire il dibattito con altri avvocati e magistrati che nell’ottica di un contraddittorio, dibatteranno sulle problematiche del mondo giuridico e sociale che, in parte, vessano interi nuclei familiari già gravati di debiti, l’intervento del pres. di Famiglia inDifesa, Vincenzo Drago che illustrerà le motivazioni che hanno spinto alla nascita di un Movimento sociale come questo ed esporrà la class action sul contributo unificato con procedimenti soggetti alle riduzioni e l’applicazione del “tariffario forense sociale”.

Gli interventi saranno intervallati da un video di testimonianze di persone – gente comune – che gravata da spese e debiti crescenti, si è avvalsa dell’aiuto legale di Famiglia inDifesa.

Articoli simili

Posta un commento