LA POLIZIA DI STATO CELEBRA IL 47° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DELLA GUARDIA DI P.S. ANTONIO ANNARUMMA

LA POLIZIA DI STATO CELEBRA IL 47° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DELLA GUARDIA DI P.S. ANTONIO ANNARUMMA

Il 19 novembre cade il 47° anniversario della morte della Guardia di Pubblica Sicurezza Antonio Annarumma, medaglia d’oro alla memoria e al merito civile, ucciso a Milano nell’ambito dei violenti scontri di piazza avvenuti in occasione dello sciopero generale indetto in quella giornata  sul tema del “caro-affitti”. Ad Antonio Annarumma, indicato come la prima vittima dell’oscuro periodo ricordato come gli “anni di piombo”, a soli 5 anni giorni dal tragico evento l’Amministrazione comunale di Vibo Valentia dedicò la piazza antistante l’allora Commissariato di Pubblica Sicurezza, il cui edificio attualmente ospita la Sezione Polizia Stradale del capoluogo. La lodevole iniziativa, unica in  Italia (ad eccezione del pese natale del Caduto, Monteforte Irpino, e di quel capoluogo di provincia, Avellino), è dovuta alla sensibilità politico istituzionale della Giunta Comunale del tempo, guidata dal compianto dott. Giuseppe De Raffaele e in cui ricopriva l’incarico di assessore il senatore Antonino Annaurumma, già Sottosegretario all’Interno e correlatore della fondamentale proposta di legge di riforma della Polizia di Stato del 1981, anch’egli recentemente scomparso. Alle ore 10.30 odierne, il Questore di Vibo Valentia, Dott. Filippo Bonfiglio, alla presenza delle Autorità politico e istituzionali e militari del capoluogo, ha deposto una corona ai piedi della nuova targa toponomastica dedicata al Caduto nell’omonima piazza, che con l’occasione sarà restituita alla fruizione della cittadinanza, dopo i lavori di ristrutturazione del verde attrezzato disposti dall’attuale Amministrazione comunale del sindaco Dott. Elio Costa.  Successivamente, presso l’auditorium della Scuola Allievi Agenti, si è svolto un pubblico convegno-dibattito sul tema “Ribellismo, violenza organizzata e antagonismo estremo”, animato dagli interventi del giornalista Dott. Giovanni Bianconi del Corriere della Sera e del Dirigente Superiore della Polizia di Stato Dott. Giuseppe Petronzi. Oltre alle Autorità, era presente in auditorium, un’ampia rappresentanza di appartenenti ai vari Uffici della Polizia di stato e di studenti iscritti al quinto anno degli Istituti d’istruzione superiore del capoluogo. Al termine della manifestazione, che per il coinvolgimento delle Scuole, ha ottenuto il patrocinio ufficiale dell’Ufficio Scolastico Regionale, sono stati premiati gli studenti che hanno presentato i migliori elaborati nell’ambito del concorso letterario “Antonio Annarumma”, indetto nelle scorse settimane, in previsione dell’evento.

Articoli simili

Posta un commento