Scibilia emoziona a Paternò con la sua band

Scibilia emoziona a Paternò con la sua band

In stretta collaborazione la Osa Production diretta da Nancy La Greca e l’artespettacoli di Barbara Cassisi hanno brillantemente portato a segno con successo nel catanese presso il teatro comunale di Paternò  la finale regionale siciliana del concorso nazionale “La bella e la voce”, prodotto dalla “F.G. Torino” di cui promoter ufficiale il patron nazionale Franco Ganci.  Già al via, sin dall’apertura del sipario, a cura della Cassisi, giusta responsabile per la Regione Sicilia, piombono in avvio di presentazione una lunga serie di fervidi omaggi che calorosamente accompagnano nell’entrar in sena, il noto “reuccio dello show” siciliano Nuccio Scibilia in segno di grande riconoscimento e gradito ringraziamento per la presenza. Ad impreziosie la kermesse tra i graditi ospiti d’eccezione il baritono messinese Nino Privitera, fregiato dal titolo “L’artista senza età”, il live di MariaRosaria Finocchiaro accompagnata dal chitarrista Davide Pistorio ed Alessandro Giuffrida, uno dei tre componenti del gruppo catanese che si è aggiudicato la vittoria del tour itinerante provinciale della “Preselection artistica catanese” che gli ha conferito l’accesso alla tradizionale “Passerella canora dei Tre mari di Sicilia” nonché la giovane talentuosa emergente Rosalba Scibilia di Milazzo vincitrice di rilevanti concorsi provinciali, regionali e nazionali per i quali le  è stato affidato l’arduo compito con la sua speciale performance della coinvolgente parte conclusiva dello stesso spettacolo. Il  momento clou della serata, rivelatosi ampiamente emozionante e scaturito dalla presenza in sala tra i giurati e nella qualità di loro presente, del mitico Franco Morgia dei Beans, vulcanicamente chiamato in causa sul palco dal noto showman siciliano Nuccio Scibilia fortemente motivato, assieme al quale hanno coinvolto il pubblico nel ripercorrere le appassionanti avventure artistiche trascorse avvicendate durante gli indelebili concerti dei favolosi anni 70/80 ben coronati dagli intramontabili successi. A dir poco eccezionali tutti i concorrenti finalisti di entrambe le sezioni sostenuti dal folto pubblico presente e pregiati dal giudizio della giuria tecnica che alla fine per la sezione “La Bella” davanti alle miss Sicilia arte e spettacoli nella qualità di testimonial in carica delle edizioni precedenti, Sofia Tamà di Taormina (anche finalista di Miss Italia) e Giusy Gatto di Misterbianco, ha proclamato incoronandola nel consegnarle la fascia di “Reginetta Miss Sicilia Artespettacoli 2016” la paternese Francesca Orofino davanti ad Erika Palmiciano (Miss eleganza) e Giorgia Naselli (miss portamento). Nella categoria “La Voce” sul gradino più alto del podio si è piazzata, quale grande rivelazione dell’edizione, la tredicenne Alice Lo Curto di Campobello di Licata davanti a Flavio Falletta ed Alessandro Baudo, mentre al primo posto della categoria Big è risultata Graziella Liotta di Trecastagni aggiudicandosi così anch’ella la preziosa presenza alle selezioni nazionali di Vicenza che rappresentano concretamente una delle migliori filiere per l’accesso alle nuove proposte del Festival di Sanremo. Al secondo posto la 22enne Sandra Piazzese di Ficarazzi, seguita in ex aequo da Sergio Squillaci e dalla barcellonese Mary Lanza che ha ricevuto il premio della critica a cura della Osa Production rappresentata nella speciale occasione catanese dalla madrina in carica 2016, Rosa Lo Presti, baciata alla fine dalla fortuna nell’essere risultata la prima estratta della kermesse anche per la gioia dell’ambito international premium messo in palio dalla LR Healt & Beauty system.

Articoli simili

Posta un commento