LA POLIZIA INDIVIDUA TRE RAGAZZI CHE COLLOCARONO UN’ORDIGNO SOTTO UNA VOLANTE DEL COMMISSARIATO DI GALLIPOLI E PROCURARONO IL FERIMENTO DI DUE CARABINIERI CHE TENTAVANO DI SPEGNERE UN ALTRO ORDIGNO DA LORO LANCIATO

LA POLIZIA INDIVIDUA TRE RAGAZZI CHE COLLOCARONO UN’ORDIGNO SOTTO UNA VOLANTE DEL COMMISSARIATO DI GALLIPOLI E PROCURARONO IL FERIMENTO DI DUE CARABINIERI CHE TENTAVANO DI SPEGNERE UN ALTRO ORDIGNO DA LORO LANCIATO

 

La Polizia di Stato di Gallipoli ha denunciato all’A.G. tre ragazzi, tutti minorenni, ritenuti responsabili di danneggiamento aggravato, detenzione illegale di materiale esplodente, accensione ed esplosione pericolosa. Gli stessi intorno alla mezza notte dell’11 dicembre scorso fecero esplodere un ordigno rudimentale collocato sotto l’autovettura Seat Leon con i colori d’Istituto, parcheggiata innanzi al portone d’ingresso di quel Commissariato.

La deflagrazione provocò vari danni alla volante.

Il giorno precedente, intorno alle ore 22,40 , sempre a Gallipoli, una telefonata al 112 segnalava che in  Piazza Carducci, vi era la presenza di alcuni giovani intenti a far esplodere grossi petardi; nella circostanza i militari  rinvenirono sul posto un ordigno rudimentale con la miccia accesa che essi stessi spensero.

Durante dette fasi due Carabinieri furono attinti dalla esplosione di un altro ordigno rudimentale lanciato da tre ragazzi . A seguito di questa deflagrazione i due militari riportarono dei “traumi acustici alla regione auricolare”.

Le successive indagini condotte da personale della DIGOS e del Commissariato di Gallipoli, limitatamente all’episodio riguardante il danneggiamento del veicolo della Polizia di Stato, hanno permesso di identificare i tre soggetti, nei confronti dei quali è stata effettuata anche una perquisizione domiciliare durante la quale sono stati rinvenuti i capi di abbigliamento indossati durante la realizzazione dell’illecita condotta. Si rappresenta, inoltre, che nel corso degli interrogatori i giovani hanno ammesso le proprie responsabilità, sia relativamente al danneggiamento dell’auto della Polizia che delle lesioni in danno dei Carabinieri.

I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso la Questura di Lecce alle ore 09.30.

 

Articoli simili

Posta un commento