MESSINA, OPERAZIONE “DOPPIA SPONDA”: BRACCATI DAI CARABINIERI SI COSTITUISCONO IN CARCERE GLI ALTRI DUE SOGGETTI IRREPERIBILI E DESTINATARI DI MISURA RESTRITTIVA

MESSINA, OPERAZIONE “DOPPIA SPONDA”: BRACCATI DAI CARABINIERI SI COSTITUISCONO IN CARCERE GLI ALTRI DUE SOGGETTI IRREPERIBILI E DESTINATARI DI MISURA RESTRITTIVA

Si sono costituiti, nella mattinata di oggi, CALECA Giuseppe, nato a Partinico (PA), cl. 1987 e CUTE’ Alessandro, messinese, cl. 1994, i due soggetti resisi irreperibili a seguito dell’operazione “Doppia Sponda” condotta ieri dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Messina.

Sentendosi braccati dai militari dell’Arma i due si sono presentati stamane in carcere e dovranno rispondere – a vario titolo – di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi da fuoco e altro.io1

Nel corso dell’operazione, scattata alle prime ore di ieri 19 gennaio 2017, erano stati arrestati altri 17 soggetti (11 dei quali ristretti in carcere, 4 sottoposti agli arresti domiciliari e 2 all’obbligo di presentazione alla p.g.) mentre il CALECA ed il CUTE’ erano riusciti a rendersi irreperibili ed a sottrarsi temporaneamente alla cattura.

CALECA Giuseppe si è costituito nella casa circondariale di Messina Gazzi mentre il CUTE’ Alessandro nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto (ME).

Articoli simili

Posta un commento