ESTRADATO IN ITALIA TIGANCIUC ROMAN, NAZIONALITA’ MOLDAVA, UNO DEGLI AUTORI DEL FURTO DI OPERE D’ARTE PERPETRATO NEL NOVEMBRE DEL 2015 AL MUSEO DI CASTELVECCHIO

ESTRADATO IN ITALIA TIGANCIUC ROMAN, NAZIONALITA’ MOLDAVA, UNO DEGLI AUTORI DEL FURTO DI OPERE D’ARTE PERPETRATO NEL NOVEMBRE DEL 2015 AL MUSEO DI CASTELVECCHIO

Dopo un articolato lavoro di cooperazione internazionale condotto dallo SCIP – INTERPOL, della Direzione Centrale Polizia Criminale, ed i collaterali esteri, è stata concessa dalle autorità ucraine l’estradizione di TIGANCIUC Roman, importante pedina di una banda altamente organizzata che nel novembre 2015 ha portato a termine quello che nelle pagine di cronaca è stato connotato come il “colpo del secolo”: il furto dei 17 quadri dal museo di Castelvecchio. Un sodalizio italo-moldavo la sera del 19 novembre 2015, con la copertura del basista, una guardia particolare giurata in servizio quella sera, riuscì ad appropriarsi di 17 quadri di inestimabile valore. Le immediate e articolate indagini della Polizia di Stato con lo SCO -Servizio Centrale Operativo-  e la Squadra Mobile di Verona, e dei Reparti Investigativi dell’Arma dei Carabinieri hanno disarticolato la banda, e individuato diversi componenti all’estero. TIGANCIUC ROMAN, Ricercato per rapina pluriaggravata e sequestro di persona aggravato in concorso, implicato nel furto e ricettazione all’estero dei quadri rubati dal Museo di Castelvecchio (Verona) è arrivato da Kiev (Ucraina), nel pomeriggio di oggi 2 febbraio 2017, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia-INTERPOL, all’aeroporto di Milano Malpensa dove sono state espletate le formalità dell’arresto sul territorio nazionale presso l’Ufficio di Polizia di Frontiera Aerea. Immediatamente dopo verrà associato presso la competente Casa Circondariale.

Articoli simili

Posta un commento