L’Istituto Majorana di Milazzo all’avanguardia nei vari settori scientifici e culturali

L’Istituto Majorana di Milazzo all’avanguardia nei vari settori scientifici e culturali

Alla straordinaria “piramide culturale” che il preside Stello Vadalà ha costruito in questo decennio di presidenza al “Majorana” , sotto forma di offerta formativa, si aggiunge un altro tassello. Nella giornata di ieri infatti è stata sottoscritta la convenzione con il gruppo aereo modellismo peloritano di Messina presieduto da Giulio Blasi e rappresentanto anche dal prof. Villari, al fine di offrire agli studenti dell’indirizzo aeronautico, la possibilità di ulteriori approfondimenti nella realizzazione vera e propria di un piccolo mezzo aereo. «L’aeromodellismo non è solo hobby sportivo bensì conoscenza ed approfondimento – afferma Vadalà – ed i nostri ragazzi avranno la possibilità di studiare una parte scientifica, con nozioni di tecnica delle costruzioni e strumentazione varie per poter mettere in pratica quello che è l’oggetto di studio. Approfondire la strumentazione di bordo e le parti meccaniche è fondamentale per essere pronti anche per le esperienze che abbiamo fatto in passato anche a Sigonella e a Capo d’Orlando. L’indirizzo aeronautico è uno di quelli più richiesti e ha rappresentato una grande conquista nostra e di tutta la provincia, in virtù della quale oggi il nostro istituto abbraccia un territorio ancora più vasto, comprendendovi il comune di Messina».

Il preside ha poi comunicato che anche il settore Informatico della scuola è stato ampliato con l’apertura di un nuovo laboratorio nel quale gli allievi possono adesso sperimentare le ultime novità sui sistemi informatici e le più recenti applicazioni sulle tecnologie web. «Sono state implementate – ha detto il dirigente scolastico – le dotazioni tecnologiche di tutti i laboratori per adeguarli al nuovo settore delle reti e degli apparati di comunicazione definiti ormai 3.0». Tutte opportunità che la scuola sta mettendo in “vetrina” in questi giorni di Orientamento, dedicato dopo l’esperienza per i diplomandi, stavolta agli studenti delle scuole medie di tutta la provincia di Messina.

Articoli simili

Posta un commento