Controllo del territorio della Polizia di Stato di Messina

Controllo del territorio della Polizia di Stato di Messina

Controlli antidroga. La Polizia sequestra 372 grammi di marijuana

Un arresto in flagranza e una denuncia a piede libero

Teneva la droga in un locale adibito a deposito di vecchio materiale in disuso. Più di 300 grammi di marijuana pronta a essere smerciata rinvenuta dai poliziotti della Squadra Mobile di Messina insieme al necessario per il confezionamento.

Nel deposito in cui la polizia – nel corso di specifici servizi antidroga – ha effettuato la perquisizione, c’era infatti un bilancino di precisione, carta alluminio, pellicola trasparente e sacchetti in cellophane. Il tutto ben nascosto sotto vecchie masserizie.

L’uomo, FRASSICA Antonino, messinese, 21 anni, è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato stamani con rito direttissimo.

E’ stato invece denunciato in stato di libertà dagli agenti delle Volanti, impegnati nel controllo del territorio, un altro giovane messinese, 18 anni.

E’ stato notato dai poliziotti ieri, intorno alle 22.30, nella zona Sud della città, insieme ad altri coetanei. I sospetti dei poliziotti generati da un evidente nervosismo ed un atteggiamento scostante del diciottenne sono stati confermati dal rinvenimento di un sacchetto con dentro ciò che sembrava essere marijuana. I successivi esami del locale Gabinetto di Polizia Scientifica hanno confermato, anche in questo caso, che si trattava di sostanza stupefacente, un derivato della canapa indiana, peso complessivo 62,11 grammi.

Il giovane ha ammesso di aver gettato via il sacchetto dietro alcuni vasi di piante in strada sperando di non essere notato dai poliziotti.

Salgono a cinque gli arresti della Polizia di Stato per le rapine messe a segno a Messina nei mesi scorsi

La Polizia ha arrestato il quinto uomo ricercato da ieri

Nella tarda serata di ieri i poliziotti della Squadra Mobile di Messina hanno arrestato PUGLISI Alfio Alessandro, nato a Catania il 19/10/1973. E’ il quinto uomo raggiunto da misura cautelare eseguita ieri all’alba dalla Polizia di Stato.

La misura, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, dott.ssa Daniela Urbani, su richiesta del Sostituto Procuratore, dr. Piero Vinci, ha permesso l’arresto di quattro pericolosi rapinatori e del Puglisi, considerato responsabile del reato di favoreggiamento reale, perpetrato a Messina il 03.09.2016, due giorni dopo la rapina messa a segno in una gioielleria del centro città.

Le indagini della Polizia, coordinate dalla Procura della Repubblica hanno infatti dimostrato che fu lui, il quinto uomo, ad accompagnare uno dei rapinatori, il Di Paola Salvatore, presso un laboratorio gioielleria messinese chiedendo la stima di due bracciali “tennis”e di un anello “solitario” con ancora tanto di cartellino, trafugati due giorni prima.

Come da ordinanza, l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Articoli simili

Posta un commento