Problematiche suolo pubblico, il sindaco di Milazzo oggi incontra Confcommercio

Problematiche suolo pubblico, il sindaco di Milazzo oggi incontra Confcommercio

Il sindaco Giovanni Formica ha accolto la richiesta di Confcommercio per un incontro finalizzato ad affrontare la questione del suolo pubblico, dopo i recenti controlli della polizia municipale che ha sanzionato esercenti che non erano in regola con le autorizzazioni ed i tributi comunali.
Sono felice della richiesta di incontro formulata da Confcommercio, che vedrò lunedì mattina ­ ha detto Formica ­ perché so che l’organizzazione, quando avrà a disposizione i dati, darà una mano a sensibilizzare gli operatori commerciali a mettersi in regola al più presto. È brutto, però, sentir dire che la polizia municipale sta mettendo in ginocchio le attività, quando, viceversa, sta facendo il proprio dovere con senso di responsabilità e senza alcun intento persecutorio. Non ammettere questo significa sovvertire il sistema delle regole.
Vista la situazione, l’Amministrazione ha predisposto una proposta di deliberazione che ammetta tutti alla rateizzazione, modificando il sistema precedente che legava questa possibilità alle condizioni di reddito ed è aperta a valutare ogni ulteriore proposta rispettosa delle norme. Lo abbiamo fatto perché ci rendiamo conto che se l’evasione ha raggiunto livelli così drammatici è anche perché il Comune, che aveva il dovere di vigilare e stimolare i pagamenti, negli anni passati non ha fatto fino infondo il proprio dovere, trasformando un’anomalia in normalità. Giovedì il Consiglio Comunale avrà l’ultima parola. Detto questo, prima di condividere le soluzioni possibili, dobbiamo condividere il sistema di valori al quale fare riferimento per evitare di disorientare i cittadini e di trasmettere messaggi contraddittori. I servizi hanno un costo e quel costo è coperto anche dall’imposizione fiscale. E non è corretto che venga sopportato soltanto da una parte della comunità che sistematicamente paga anche per chi, invece, pubblicamente chiede che la città migliori e privatamente si sottrae ai propri obblighi. Se non vogliamo un dissesto ogni tre anni dobbiamo uscire da questa spirale. E l’analisi ­– prosegue il sindaco di Milazzo – vale per tutto. Se protesti per la sosta selvaggia non puoi lamentarti dei verbali. Né riesco francamente a comprendere una contestazione sull’uso dell’autovelox. La velocità uccide le persone e ciascuno di noi dovrebbe essere felice di sapere che si lavora per colpire chi infrange una regola che distrugge vite e famiglie. Allo stesso modo sono convinto che una città più ordinata sia molto più accattivante e quindi più a misura di cliente. Confcommercio condividerà appieno questa impostazione e in alcun modo darà sostegno a chi evade o vuole il caos”.
Da ultimo Formica ha voluto lanciare un appello a tutti a regolarizzare la propria posizione. I controlli continueranno senza escludere nessuno e i risultati saranno resi noti ai milazzesi perché sia chiaro a tutti ciò che l’Amministrazione sta facendo per potere ridurre il carico fiscale, ampliando la base imponibile e cercando soluzioni che rendano le regolarizzazioni meno onerose. Credo che condividendo questa strada, unica possibile perché imposta dalla legge, avremo una città più bella, accogliente ed elegante e servizi ai cittadini più efficienti”.

Articoli simili

Posta un commento