Radiomobile Messina : bloccato dai Carabinieri dopo un furto, mette a soqquadro gli uffici della Caserma. Arrestato giovane sudanese

Radiomobile Messina : bloccato dai Carabinieri dopo un furto, mette a soqquadro gli uffici della Caserma. Arrestato giovane sudanese

Assegnate le nuove Aprilia Capo Nord

 

Piuttosto movimentato il fine settimana per i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, chiamati ad intervenire nelle prime ore venerdì nella zona sud della città per sventare un furto.

Erano da poco passate le due quando alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Messina veniva segnalato un furto in corso in un supermercato di Tremestieri.

Sul posto giungevano tre “Gazzelle” che notavano un giovane di colore allontanarsi frettolosamente dal supermercato. Bloccato l’uomo, i militari avevano modo di appurare come costui si era introdotto all’interno dei locali sfondando la vetrina con un blocco di cemento da diversi Kg trovato per terra, verosimilmente per appropriarsi di qualche genere alimentare. Avendo la necessità di accertare l’identità del giovane uomo, lo si portava in caserma per tutte le operazioni del caso, prima fra tutte l’acquisizione delle impronte digitali. Quando però il giovane si è reso conto di quanto stava accadendo, opponeva una strenua resistenza ai Carabinieri, strattonandoli, gettandosi per terra, rovesciando attrezzature anche delicate, tanto da danneggiarle irrimediabilmente. C’è voluta tutta la capacità di convincimento dei militari per riportare l’uomo alla calma e procedere così alla sua identificazione. Si trattava di un sudanese di 28 anni, in Italia senza fissa dimora e gravato da un decreto di espulsione. Per costui è scattato l’arresto per resistenza a P.U., nonché il deferimento all’A.G. per furto e danneggiamento. In sede di convalida il Giudice ha disposto che il reo venisse accompagnato presso il carcere di Gazzi.

Quello descritto è solo uno dei tanti interventi che i militari del Nucleo radiomobile effettuano per contrastare i reati “predatori”. Ed in tale ambito i Carabinieri di Messina si avvalgono da qualche giorno della nuova Aprilia Capo Nord.

Assegnata in diversi esemplari anche in vista del “G7” che si terrà nella prossima primavera a Taormina, si tratta di una moto tecnologicamente all’avanguardia e con prestazioni decisamente elevate. Dotata di un motore bicilindrico da 1.200 cm3, ha una potenza che sfiora i 130 Cv e un peso contenuto, aspetti che, insieme a sofisticati apparati elettronici di controllo della trazione, gli consentono di raggiungere prestazioni elevatissime, mantenendo sempre il conducente in situazione di sicurezza.

Grazie poi al telaio particolare, è in grado di percorrere in tutta sicurezza terreni di diversa natura, consentendo così interventi a tutela della collettività ancora più rapidi ed efficaci.

Articoli simili

Posta un commento