ESTRADIZIONE VERSO L’ITALIA DI IAVARONE GIUSEPPE DETTO “PEPP O’ GITANO/ PEPP CAP E MORT”, RICERCATO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA AL TRAFFICO DI STUPEFACENTI

ESTRADIZIONE VERSO L’ITALIA DI IAVARONE GIUSEPPE DETTO “PEPP O’ GITANO/ PEPP CAP E MORT”, RICERCATO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA AL TRAFFICO DI STUPEFACENTI

Rientra in Italia oggi presso l’aeroporto di Roma Fiumicino, scortato da agenti dello SCIP, IAVARONE Giuseppe detto “Pepp o’ Gitano/Pepp cap e’ mort”, nato a Casavatore (NA) il 7.02.1961, esponente di spicco del clan camorristico Amato-Pagano, arrestato a Malaga (Spagna) il 17 gennaio scorso dalla polizia spagnola, in un blitz congiunto con la Squadra Mobile della Questura di Napoli e l’Unidad de Droga y Crimen Organizado iberica, integrata nella più vasta “Operazione Lady’s Empire” che ha disposto il carcere per 14 indagati.

Le misure cautelari sono state adottate nei confronti di due distinte organizzazioni criminali che si spartivano la gestione del mercato all’ingrosso di cocaina e hashish nella zona nord di Napoli.

Lo IAVARONE, narcotrafficante molto attivo nel clan, fu arrestato nel cuore della notte all’interno della propria villa a Malaga grazie alle pressanti indagini coordinate dalla DDA di Napoli ed eseguite dalla Squadra Mobile di Napoli, ed alla efficace gestione dei flussi informativi, fra Polizia di Stato e Policia Nacional, curata dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Criminalpol.

 

Articoli simili

Posta un commento