Scanzano Jonico: sequestrate opere abusive in area boscata

Scanzano Jonico: sequestrate opere abusive in area boscata

 

La Stazione Carabinieri Forestali di Scanzano Jonico, nell’ambito dei controlli del territorio del comune di Scanzano Jonico, finalizzati alla tutela della fascia boscata litoranea jonica, ha operato un sequestro e denunciato in stato di libertà una persona.

La pineta litorale, di elevato valore naturalistico, rientra tra le opere di rimboschimento realizzate con fondi pubblici negli anni ’50 e svolge un’importante funzione di protezione delle colture agrarie interne. La stessa, inoltre, è particolarmente esposta, poiché fruibile dai locali e dai turisti, e, proprio per la sua tutela, sono stati imposti numerosi vincoli, idrogeologici, paesaggistico-ambientali ed urbanistico-edilizi, volti a proteggerla.

Il controllo operato dal personale del comando Stazione Carabinieri Forestali, che fa capo al comando Gruppo Carabinieri Forestali di Matera, ha consentito di accertare un’illecita trasformazione del territorio, realizzata al fine di collegare una struttura ricettiva, posta al margine del rimboschimento, con l’arenile.

A tal proposito era stato costruito, ex novo, un ponte in cemento armato, per permettere ai mezzi della struttura ricettiva di attraversare il vicino canale consortile, che essendo stato realizzato sulle sponde del canale aveva danneggiato l’opera stessa – di proprietà pubblica – pregiudicandone la sua originaria officiosità, nonché, all’interno del rimboschimento, una strada carrabile in misto e ghiaia che conduceva alla spiaggia. Si è accertata inoltre l’escavazione ed il livellamento per la posa delle tubazioni elettriche ed idriche e per l’interramento di una fossa di raccolta dei reflui fognari.

La Procura della Repubblica di Matera, concordando con le risultanze prodotte dai Carabinieri Forestali, ha convalidato il sequestro delle opere.

Articoli simili

Posta un commento