Messina, va in scena “Alla faccia vostra”

Messina, va in scena “Alla faccia vostra”

Salvino Cavallaro – Arrivare al Teatro Vittorio Emanuele II di Messina dopo aver calcato i maggiori palcoscenici d’Italia, è sicuramente uno stimolo in più per Gianfranco Jannuzzo e la sua compagnia teatrale. Dal 7 al 9 aprile prossimo, infatti, a Messina va in scena “Alla faccia vostra” di Pierre Chesnot. Si tratta di un’esilarante commedia fatta di colpi di scena, di intrighi, di sotterfugi, di equivoci e di ipocrisie che raccontano la meschinità dell’animo umano sul tema riguardante l’eredità. Detto così potrebbe sembrare uno spettacolo impegnato e, diciamolo pure anche pesante, su un tema che tutto farebbe pensare tranne che a qualcosa di divertente. E invece è proprio questa la sorprendente bellezza, perché lo spettatore al posto di indignarsi per certe bassezze umane, è catturato in maniera positiva dalla comicità proposta dall’interpretazione dei vari personaggi che si avvicendano sul palcoscenico con ripetute entrate e uscite. E’ la capacità di essere attori di grande spessore artistico come Gianfranco Jannuzzo e Debora Caprioglio che, tuttavia, sono supportati magnificamente da attori rivelatisi di prima fascia come Antonella Piccolo, Roberto D’Alessandro, Antonio Rampino, Erika Puddu, Antonio Fulfaro. Nomi che apparentemente non dicono nulla al grande pubblico, ma che invece facciamo notare per la capacità di saper enfatizzare le indiscusse qualità dei due attori principali. Già, i due attori principali come Jannuzzo – Caprioglio. Che dire di loro che non sia già stato ampiamente detto? La risposta del pubblico è quella che in genere fa fede nel mondo teatrale e artistico. E a questi due attori di lungo corso artistico e di elevato spessore, il riconoscimento affettuoso del pubblico non è davvero mai mancato. Tante volte ormai, a fine spettacolo, abbiamo assistito a scene di gratitudine della gente accorsa in teatro per tributare a Gianfranco Jannuzzo e a Debora Caprioglio la loro stima attraverso il senso più affettuoso del termine. E’ la bellezza dei grandi interpreti come loro, capaci di recitare come se stessero vivendo realmente situazioni di vita quotidiana senza mai fare emergere la finzione della recitazione. E’ l’alta scuola del teatro importante fatto di classe, cultura e grandi capacità professionali. Per questo ogni qualvolta che la compagnia di Gianfranco Jannuzzo propone qualcosa di nuovo nell’ambito teatrale, invoglia a non mancare mai ad un appuntamento che è sempre garanzia di qualità. Dunque, anche a questo appuntamento con la cultura messinese fatta di teatro di alto spessore artistico, non poteva mancare l’importante presenza del siciliano Gianfranco Jannuzzo, della veneta Debora Caprioglio, della napoletana Antonella Piccolo e dei tanti altri bravi attori che compongono una compagnia capace anche di incarnare il senso di unione di questa nostra Italia sempre più coinvolta da populismi disgreganti.

Articoli simili

Posta un commento