Fucile e pistola con matricola abrasa in auto. Ma non ne sanno nulla

Fucile e pistola con matricola abrasa in auto. Ma non ne sanno nulla

La Polizia interviene e arresta padre e figlio

Scene di panico e di terrore tra la folla ieri pomeriggio nel rione Villaggio Aldisio. Due uomini armati di fucile e pistola per una “verosimile resa dei conti” si aggiravano nel quartiere così come riferito agli agenti delle Volanti intervenuti prontamente sul posto.

Trattasi di RIZZO Vito, 47 anni e RIZZO Marco, 22 anni, padre e figlio, entrambi messinesi, entrambi pluripregiudicati.

Le armi venivano occultate poco prima dell’arrivo dei poliziotti all’interno di una Lancia Y, risultante, dai controlli effettuati, intestata alla moglie nonché madre dei soggetti meglio sopra specificati.

L’autovettura sostava vicino l’abitazione del Rizzo Vito il quale, insieme al figlio, ne negava fermamente l’appartenenza nonché la disponibilità.

Scorgendone all’interno la presenza delle armi corrispondenti a quelle di cui sopra, gli operatori, a mezzo di carroattrezzi ricoveravano l’autovettura presso il garage della caserma Calipari dove, venivano condotti, altresì, i due malviventi.

Questi ultimi, dietro il rischio di un’apertura forzosa ad opera dei Vigili del Fuoco contattati dai poliziotti, provvedevano a far pervenire loro le chiavi del mezzo che, perquisito, custodiva un fucile a canne mozze con calcio segato, matricola abrasa e due cartucce camerate ed una pistola 7,65 anch’essa con matricola abrasa, colpo in canna, cane armato e caricatore rifornito con sette cartucce. Le armi così come l’autovettura venivano sottoposte a sequestro e i signori Rizzo arrestati.

Rintracciata persona scomparsa

Gli Agenti del Distaccamento della Polizia Stradale di Barcellona P.G., nel tardo pomeriggio, dopo accurate ricerche, sono riusciti a rintracciare un messinese scomparso dalla propria abitazione, la cui scomparsa, i familiari, temendo per la sua vita, avevano segnalato con regolare denuncia.

Dagli accertamenti telefonici esperiti, l’ultimo contatto faceva risalire la presenza dello scomparso a Falcone, zona in cui iniziavano le ricerche che davano esito positivo dopo qualche ora, quando l’auto della persona scomparsa è stata rintracciata in un’area di parcheggio in prossimità di Tindari.

L’uomo, in stato confusionale, è stato soccorso e del suo rintraccio data notizia ai familiari.

Articoli simili

Posta un commento