OPERAZIONE “ARES” Contrasto alla vendita di armi on-line. 6000 ARMI IMPROPRIE SEQUESTRATE, 3 INDAGATI PER VENDITA ON-LINE DI TASER ELETTRONICI E SPRAY URTICANTI

OPERAZIONE “ARES” Contrasto alla vendita di armi on-line. 6000 ARMI IMPROPRIE SEQUESTRATE, 3 INDAGATI PER VENDITA ON-LINE DI TASER ELETTRONICI E SPRAY URTICANTI

I finanzieri del Comando Unità Speciali, nell’ambito della quotidiana attività di monitoraggio del web finalizzata al contrasto della vendita di armi on line, hanno individuato un sito internet che commercializzava armi improprie. I militari del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche hanno sequestro 6000 armi bianche tra cui 600 Taser capaci di “sparare” scosse elettriche fino a 10.000.000 di Volt, 100 manganelli con matricola abrasa, 400 spray urticanti in uso alle forze di polizia statunitensi e 2000 cartucce calibro 9. Le Fiamme Gialle hanno eseguito un decreto di perquisizione nei confronti di P.T., cinquantenne viterbese in procinto di trasferirsi in Romania, e dei suoi congiunti. L’indagine – diretta dal Dott. Paolo Auriemma Procuratore Capo di Viterbo – è durata oltre 1 anno ed è scaturita dall’analisi dei siti web che pubblicizzano la vendita di armi on-line. Sono stati scoperti anche tre canali YOU TUBE sui quali dei minorenni si vantano dell’acquisto di armi bianche dal suddetto sito internet, fornendo feedback estremamente positivi sull’affidabilità del venditore. Pertanto è stata interessata la società YOU TUBE LLC con sede in California, per la chiusura dei canali. Il fenomeno della vendita di prodotti illegali on-line sta assumendo dimensioni allarmanti, sia per la facilità di acquisto che per l’ingente volume d’affari generato. In particolare quello che preoccupa maggiormente è, come in questo caso, la possibilità per i minori di accedere a tali siti con estrema semplicità. La Guardia di Finanza, quale forza di polizia economico-finanziaria, concorre al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica anche attraverso un presidio quotidiano della rete internet, al fine di prevenire e reprimere i reati ivi commessi

Articoli simili

Posta un commento