I crocieristi della “Neoriviera” di “Costa Crociere” scelgono Milazzo

I crocieristi della “Neoriviera” di “Costa Crociere” scelgono Milazzo

Anche questa volta la stragrande maggioranza di crocieristi ha scelto di rimanere a Milazzo. Un segnale sicuramento positivo in prospettiva e che deve essere tenuto in considerazione per pretendere una maggiore attenzione verso il porto mamertino. Oltre 1000 passeggeri della nave da crociera “Neo Riviera” della compagnia Costa Crociere, dopo l’approdo, avvenuto intorno alle 8, hanno deciso di utilizzare la sosta di mezza giornata per visitare il Castello, le chiese e il centro cittadino. Solo 300 hanno partecipato alle escursioni già organizzate a Taormina e Tindari.

Accolti a molo Marullo – dopo un breve collegamento a mezzo bus dal punto di approdo – con la consueta disponibilità dalle guide turistiche milazzesi, dai volontari, dai ragazzi delle scuole superiori (Istituto Impallomeni e Istituto Tecnico Da Vinci), i turisti sono stati guidati verso il Borgo, il Castello e, alcuni anche alla scoperta del Capo Milazzo. Molto affollati come sempre bar e ritrovi cittadini, un po’ meno i negozi alcuni dei quali sono rimasti aperti per offrire un ulteriore servizio agli ospiti.

L’assessore al Turismo, Piera Trimboli, assieme al presidente della Pro Loco Milazzo, Nat Minutoli ha consegnato nel corso di ina visita al comandante Giovanni Cosini un dono di benvenuto rappresentativo della città.

“E’ andata come auspicavamo – ha detto l’assessore Trimboli – e i crocieristi alla fine hanno scelto di scoprire la nostra città. Ancora una volta abbiamo dimostrato quell’entusiasmo e quel fortissimo desiderio di essere protagonisti nel crocierismo. Una città veramente piena di turisti oltre ad essere di straordinario impatto dal punto di vista dell’immagine, consente di accrescere quella cultura turistica che è fondamentale per vincere questa scommessa con gli armatori. Stavolta, fra l’altro anche una troupe di Costa Crociere ha voluto visitare i luoghi più caratteristici della città. Effettuando delle riprese in maniera tale da inserire i video in spot e pianificare altre date di sosta nella nostra città. Sarebbe un risultato eccellente vista la concorrenza degli scali siciliani e calabresi. Ma Milazzo ha tutte le carte in regola per rivendicare un ruolo in questo importante segmento turistico”.

Articoli simili

Posta un commento