Milazzo. Inaugurata dal vescovo Accolla la mostra “L’Esercito della Speranza” al Duomo antico

Milazzo. Inaugurata dal vescovo Accolla la mostra “L’Esercito della Speranza” al Duomo antico

E’ stata inaugurata al Duomo antico alla presenza di mons. Giovanni Accolla, arcivescovo Metropolita di Messina, Lipari, S. Lucia del Mela la mostra “L’esercito della speranza” – sculture terapeutiche di Orazio Coco voluta dall’Amministrazione comunale e realizzata in collaborazione con la Pro Loco Milazzo, l’Adasc, il circuito dei Borghi marinari e il supporto del Centro Mercantile Sicilia. Ad accompagnare l’Arcivescovo, il sindaco Giovanni Formica. Presenti anche l’assessore ai Beni culturali Salvo Presti ed il vicepresidente del consiglio comunale Maurizio Capone.

La mostra – ad ingresso gratuito – sarà visitabile per tutta la stagione estiva sino al 30 settembre.

Una esposizione davvero particolare quella che scaturisce dalla ricerca dello scultore catanese Orazio Coco. Un esercito di sculture in terracotta esclusivamente di bambini dallo sguardo particolare che irradiano un messaggio forte al visitatore. Un messaggio che può essere percepito e accettato. Un messaggio che vuole dare il segnale che l’arte può, anzi deve avere una funzione essenzialmente educativa. Come avveniva tra i popoli primitivi, in cui l’artista collaborava con il mago, il sacerdote o il medico. Qualcuno nel mondo crede ancora nei buoni valori e nella possibilità di comunicarli alla collettività, anche se non sono certo che la collettività voglia essere salvata».

L’ALLESTIMENTO – Cinquecento chili di argilla rosa utilizzati, 1120 dita modellate con l’argilla. 114 occhi che ci osservano. Ed ancora 8 virtù (la fiducia, il coraggio, il perdono, il senso della colpa, la purezza, la coscienza, la solidarietà, la responsabilità) da trasmettere. Otto ambientazioni che spingono lo spettatore in un percorso interiore di comprensione dei valori smarriti e desiderio di ritorno alla natura 56 bambini di terracotta. 1 cavallo con 2 occhi e 4 zampe ad attendere i visitatori all’ingresso.

ORARI – La mostra rimarrà aperta sino al 30 settembre e potrà essere vistata dalle 9 alle 13,30 e dalle 16,30 alle 20,30.

Articoli simili

Posta un commento