A Messina questa mattina si è celebrato il 203° annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri

A Messina questa mattina si è celebrato il 203° annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri

IL 05 GIUGNO 2017, NEL CORSO DELLA MATTINATA, IN MESSINA PRESSO LA CASERMA “A. BONSIGNORE”, SEDE DEL COMANDO INTERREGIONALE CARABINIERI “CULQUALBER” E DEL COMANDO PROVINCIALE, SI È CELEBRATO IL 203° ANNUALE DELLA FONDAZIONE DELL’ARMA DEI CARABINIERI.

LA CERIMONIA MILITARE SI È SVOLTA ALLA PRESENZA DELLE PIÙ ALTE CARICHE ISTITUZIONALI, CIVILI, RELIGIOSE E MILITARI, CON LA PARTECIPAZIONE DEI COMANDANTI DELLE LEGIONI CC CALABRIA E SICILIA, RISPETTIVAMENTE RETTE DAL GENERALE DI BRIGATA VINCENZO PATICCHIO E DAL GENERALE DI BRIGATA RICCARDO GALLETTA, CHE HANNO ACCOMPAGNATO IL COMANDANTE INTERREGIONALE CC CULQUALBER, GENERALE DI DIVISIONE LUIGI ROBUSTO, MASSIMA AUTORITÀ MILITARE A CUI SONO STATI RESI GLI ONORI, NELLA RASSEGNA DEI REPARTI SCHIERATI.

ALLA MANIFESTAZIONE ERANO ALTRESÌ PRESENTI I FAMILIARI DEI CARABINIERI “VITTIME DEL DOVERE”, LE VEDOVE E GLI ORFANI ASSISTITI DALL’O.N.A.O.M.A.C., LE ASSOCIAZIONI COMBATTENTISTICHE E D’ARMA DELLA PROVINCIA E L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI DI MESSINA CON IL RELATIVO LABARO.

IL REPARTO DI FORMAZIONE NELLA CIRCOSTANZA COMPRENDEVA:

  • LA BANDA DELLA BRIGATA MECCANIZZATA “AOSTA”;

  • LA BANDIERA DI GUERRA DEL 12° BATTAGLIONE CC “SICILIA” E LA BANDIERA DELLA SCUOLA ALLIEVI CARABINIERI DI REGGIO CALABRIA;

  • TRE COMPAGNIE DI FORMAZIONE SU COMPLESSIVI SEI PLOTONI, COSTITUITI DA ALLIEVI CARABINIERI DELLA SCUOLA DI REGGIO CALABRIA, COMANDANTI DI STAZIONE, APPUNTATI E CARABINIERI DEL COMANDO INTERREGIONALE, UNITÀ DEGLI SQUADRONI ELIPORTATI CARABINIERI CACCIATORI “SICILIA” E “CALABRIA”, DEL 12° BATTAGLIONE CARABINIERI “SICILIA”, DEL COMANDO REGIONE FORESTALE CARABINIERI “CALABRIA”, DELLE ALIQUOTE DI PRIMO INTERVENTO DEL COMANDO PROVINCIALE DI CATANIA, DEL REPARTO INVESTIGAZIONI SCIENTIFICHE CON MEZZO ATTREZZATO, CARABINIERI DI QUARTIERE, DEL NUCLEO CARABINIERI DELLA BRIGATA MECCANIZZATA “AOSTA”, DELLE MOTOVEDETTE, DEGLI EQUIPAGGI DI PRONTO INTERVENTO “112” CON MOTOCICLETTE E AUTOVETTURE, DEGLI ARTIFICIERI E NUCLEO CINOFILI.

DOPO LA LETTURA DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E DELL’ORDINE DEL GIORNO DEL COMANDANTE GENERALE DELL’ARMA DEI CARABINIERI, HA PRESO LA PAROLA IL COMANDANTE INTERREGIONALE GEN. D. LUIGI ROBUSTO CHE HA TRACCIATO, TRA L’ALTRO, IL BILANCIO DELL’ATTIVITÀ SVOLTA DA TUTTI I REPARTI DELL’ARMA CHE OPERANO IN SICILIA ED IN CALABRIA.

UN MOMENTO DELLA CERIMONIA È STATO RISERVATO ALLA LETTURA DI UN BRANO DEL GENERALE FRANCESE AMBERT SULLA FIGURA DEL CARABINIERE, LETTO DALL’ATTRICE MESSINESE DOTT.SSA MARIAPIA RIZZO. SONO STATI ALTRES PREMIATI I MILITARI CHE SI SONO PARTICOLARMENTE DISTINTI IN ATTIVITÀ DI SERVIZIO.

GLI ONORI FINALI HANNO CONCLUSO LA CERIMONIA.

ALLEGATI: RICONOSCIMENTI CONCESSI E FOTOGRAFIE.

ELENCO RICOMPENSE FESTA DELL’ARMA 2017

NOMINATIVO E RICOMPENSA

MOTIVAZIONE

  1. MEDAGLIA DI BRONZO AL VALORE CIVILE CONCESSA A:

  • Vice Brig. Giuseppe Silvano;

  • App. Sc. Giuseppe PIGNATARO

CON ECCEZIONALE CORAGGIO UNITAMENTE AD ALTRO MILITARE, NON ESITAVA A FAR EVACUARE UN EDIFICIO INTERESSATO DA UN VIOLENTO INCENDIO. CON COSCIENTE SPREZZO DEL PERICOLO, SI PRODIGAVA IN UN ULTERIORE INTERVENTO PER SOCCORRERE DUE DONNE RIMASTE INTRAPPOLATE SU UN BALCONE INVASO DALLE FIAMME. CHIARO ESEMPIO DI ELETTE VIRTU’ CIVICHE E NON COMUNE SENSO DEL DOVERE”.

Rossano (CS),24 dicembre 2011.

  1. MEDAGLIA DI BRONZO AL MERITO CIVILE CONCESSA A:

  • Lgt. Francesco LO MASCOLO

CON ECCEZIONALE CORAGGIO E FERMA DETERMINAZIONE NON ESITAVA AD AFFRONTARE UN UOMO AFFETTO DA PROBLEMI PSICHICI CHE, ARMATO DI COLTELLO, AVEVA AGGREDITO IL MILITARE DI SERVIZIO ALLA CASERMA, FERENDOLO AGLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI, RIUSCIVA, AIUTATO DA ALTRI COMMILITONI A TRARLO IN ARRESTO EVITANDO Più GRAVI CONSEGUENZE. CHIARO ESEMPIO DI ELETTE VIRTU’ CIVICHE E NON COMUNE SENSO DEL DOVERE”.

Agrigento,16 marzo 2010.

  1. ENCOMIO SOLENNE DEL COMANDANTE INTERREGIONALE CONCESSO A:

  1. Col. Giancarlo SCAFURI;

  2. Ten. Col. Vincenzo FRANZESE ;

  3. Ten. Col. Alessandro MUCCI ;

  4. Cap. Christian PROIETTI;

  5. Ten. Dario COCCHIONI;

  6. Mar. Ca. Giovanni ORLANDO;

  7. Mar. Ord. Fortunato SQUILLACI ;

  8. Mar. Ord. Giulia CERNIGLIARO;

  9. Mar. Ord. Michele FIORENTINO ;

  10. Mar. Ord. Pietro GAROFALO;

  11. Mar. Ord. Raffaele GUERRIERO ;

  12. Mar. Salvatore BALDARI ;

  13. Brig. Ca. Michele PALUMMO ;

  14. Brig. Armando AVELLINO ;

  15. Brig. Vincenzo LANGELLOTTI ;

  16. Brig. Gaetano Salvatore ODDO ;

  17. V. Brig. Rosario CANCELLIERE ;

  18. V. Brig. Calogero PULEO ;

  19. V. Brig. Antonio SURANO ;

  20. App. Sc. Mirko APEDDU ;

  21. App. Sc. Vincenzo CAPIZZI ;

  22. App. Sc. Alessandro COTRONEO ;

  23. App. Sc. Emanuele GIULIANI ;

  24. App. Sc. Armando PALUMMO;

  25. App. Sc. Alessandro PANARO ;

  26. App. Stefano Francesco DROISE ;

  27. App. Andrea LA FACE BELLESSO ;

  28. Car. Sc. Michele FALCONE;

  29. Car. Sc. Sebastiano LEONARDI;

  30. Car. Francesco CIPOLLA.

PERSONALE APPARTENENTE AL COMANDO PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA E SQUADRONE ELIPORTATO CACCIATORI “CALABRIA”, OPERANTE IN TERRITORIO CARATTERIZZATO DA ELEVATO INDICE DI CRIMINALITÀ, EVIDENZIANDO ALTISSIMO SENSO DEL DOVERE, SPICCATA PROFESSIONALITÀ E STRAORDINARIO INTUITO INVESTIGATIVO, PARTECIPAVA A COMPLESSA E PROLUNGATA ATTIVITÀ D’INDAGINE, CONCLUSASI CON LA LOCALIZZAZIONE E LA CATTURA DI UN PERICOLOSO LATITANTE, ELEMENTO APICALE DI AGGUERRITA COSCA DI ‘NDRANGHETA, INSERITO NELL’ELENCO DEI RICERCATI PIU’ PERICOLOSI”.

Benestare (RC),22 marzo 2017.

Articoli simili

Posta un commento