Messina, attività della Polizia di Stato nel Capoluogo e in Provincia

Messina, attività della Polizia di Stato nel Capoluogo e in Provincia

La molesta sul treno al ritorno da scuola. Arrestato

E’ agli arresti domiciliari l’uomo ritenuto responsabile di stalking e atti persecutori nei confronti di una giovane donna. La misura degli arresti domiciliari, emessa dal GIP dott.ssa Monica Marino su richiesta del Sostituto Procuratore dott.ssa Annalisa Arena, è stata eseguita ieri dai poliziotti della locale Sezione Polizia Ferroviaria ai quali la vittima ha chiesto aiuto raccontando quanto da tempo subiva.

La donna era stata avvicinata dallo stalker a bordo di un treno regionale che era solita prendere per raggiungere la scuola frequentata. Le ha toccato la mano senza essere in alcun modo incoraggiato e le ha tenuto la propria sulla coscia. Al chiaro rifiuto della donna, nei giorni seguenti l’uomo ha continuato a seguirla, a cercare di sedersi vicino a bordo del treno, a fissarla insistentemente. Quando ha cominciato a toccarsi le parti intime e a fare in modo che lei lo notasse, la vittima ha deciso di chiedere aiuto e denunciare l’accaduto.

I poliziotti sono così riusciti a ricostruire i singoli episodi e ad identificarne il responsabile. Ieri l’esecuzione della misura cautelare.

La Polizia individua ricercato a zonzo a piazza Duomo. Arrestato

E’ stato notato dai poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio, nella notte tra sabato e domenica, intorno alle 01.00, in una Piazza Duomo gremita di gente per i festeggiamenti della Santa Patrona.

ZAMFIRACHE Suraj Petru, nazionalità rumena, 28 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari, era ricercato dallo scorso 31 maggio, quando ad un controllo a casa, non si era fatto trovare.

Sabato notte, quando ha visto i poliziotti, ha cercato di scappare ma è stato raggiunto ed arrestato. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato stamani con rito direttissimo.

Rimuovono i sigilli su un mezzo sequestrato e lo immatricolano con nuove targhe

Erano stati fermati tempo fa allo svincolo autostradale di Milazzo a bordo di un’autovettura non immatricolata in Italia, senza copertura assicurativa e con targa straniera priva di validità. Il mezzo era stato sottoposto a sequestro amministrativo ed affidato in custodia ai due soggetti, un 53enne ed un 59enne, entrambi di Montalbano Elicona.

I Poliziotti del Distaccamento della Polizia Stradale di Barcellona P.G. li hanno fermati nuovamente ieri: avevano rimosso i sigilli apposti dalla Polstrada al momento del sequestro e immatricolato l’auto con nuove targhe italiane. Anche stavolta il mezzo era privo di copertura assicurativa.

Sono stati denunciati per violazione di sigilli su un mezzo sequestrato e per omessa custodia.

Articoli simili

Posta un commento