TURISMO SICURO 2017- PATTUGLIAMENTO CONGIUNTO ITALIA – SPAGNA, PRIMI RISULTATI – ARRESTATO A TENERIFE ANGARUSSA GIUSEPPE LATITANTE

TURISMO SICURO 2017- PATTUGLIAMENTO CONGIUNTO ITALIA – SPAGNA,  PRIMI RISULTATI – ARRESTATO A TENERIFE ANGARUSSA GIUSEPPE LATITANTE

 

Quarto anno del progetto “Turismo sicuro – Comisarias Conjuntas” “Pattugliamento congiunto Italia Spagna”; sotto l’egida del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP) del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Agenti della Polizia di Stato e del Cuerpo Nacional de Policia spagnolo, pattugliano le strade iberiche e italiane.

Oltre all’assistenza ai turisti dei rispettivi paesi, il pattugliamento congiunto ha portato un primo risultato operativo: alcuni giorni fa presso la località di Arona, in Santa Cruz di Tenerife gli agenti del Corpo Nazionale di Polizia Spagnola hanno arrestato il latitante ANGARUSSA Giuseppe, 34enne agrigentino, gravato da un mandato di arresto Europeo emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo per traffico di stupefacenti.

Al momento del controllo il soggetto, fermato dalla pattuglie italo/spagnole, mostrava un documento attestante diverse generalità, ma la perizia degli agenti della Polizia di Stato in stretta collaborazione coi colleghi spagnoli e l’attivazione dei canali italiani per tramite della Sala Operativa Internazionale dello SCIP, in seno alla Direzione Centrale della Polizia Criminale, attraverso alcune verifiche e riscontri con la Squadra Mobile della Questura di Agrigento, che non ha mai allentato le ricerche,  permetteva di accertare la vera identità di Angarussa e di arrestarlo.

Durante gli accertamenti è stata arrestata anche la compagna dell’Angarussa, per resistenza a P.U., poiché si è opposta con forza a i controlli degli agenti ed aveva cercato di opporsi anche fisicamente all’arresto del convivente.

Sono state già avviate con l’autorità Giudiziaria spagnola le pratiche estradizionali di rientro in Italia.

 

Articoli simili

Posta un commento