Consiglio comunale respinge mozione Bagli. Si continua martedì 4 luglio

Consiglio comunale respinge mozione Bagli. Si continua martedì 4 luglio

Sarà necessaria ancora una seduta per smaltire i 6 punti previsti dall’ordine del giorno della sessione ordinaria del consiglio comunale aperta martedì scorso. Il ritorno in aula è stato fissato dal presidente di seduta, Maurizio Capone, per martedì 4 luglio, sempre alle 19,30. Restano da trattare: una interrogazione di Simone Magistri relativa all’avvio di interventi di pulizia e manutenzione ordinaria del Castello; una proposta di Santi Michele Saraò per una modifica al regolamento comunale per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale ed altra proposta per l’integrazione dell’art.10 del regolamento comunale Tari per agevolazioni e/o riduzioni in favore di lavoratori e/o di studenti fuori sede presentata da Massimo Bagli.

Nella seduta di giovedì, il consiglio ha bocciato una mozione proposta da Massimo Bagli per integrare l’albo degli operatori economici con elenco di operatori economici da invitare per l’affidamento di incarichi tecnici professionali. Una votazione che sembrava destinata a ben altro esito, che ha portato invece disorientamento dopo una breve sospensione di seduta e di seguito pure all’intervento del sindaco il quale, pur osservando che la formazione dell’elenco proposto era da considerare legittimo, ma è sempre l’indagine di mercato che consente di avere affidamenti in modo mirato sul tipo di appalto da assegnare e quindi con adeguate competenze e professionalità.

La proposta è stata bocciata con i voti contrari di: Italiano, Formica e Capone; le astensioni di: Alesci, Spinelli, Di Bella, Maisano, Abbagnato, Manna, Saraò e Quattrocchi e i voti favorevoli: Oliva, Cocuzza, Bagli, Magistri, Midili, Russo Lydia, De Gaetano Francesco, Piraino, Coppolino, Magliarditi e Foti.

In sede di interventi preliminari per Giuseppe Midili si rende necessaria una seduta, da calendarizzare in riunione dei capigruppo, per discutere dei rifiuti e capire come mai il sindaco non possa avviare un esperimento di gara, così come fanno altri Comuni, e procedere con provvedimenti con tingibili ed urgenti. Non si sono fatti attendere i riscontri del sindaco che ha fatto riferimento a ritardi della regione nel far partire la prevista società.

Dal consigliere Simone Magistri sono arrivate lamentele in merito ai ritardi nella effettuazione di interventi di derattizzazione, disinfezioni e disinfestazioni e l’assessore Damiano Maisano ha riferito che gli stessi erano stati causati dalla mancanza di copertura finanziaria.

Sono arrivate adesso delle somme –ha aggiunto- e gli uffici stanno attivando le variazioni di bilancio per poterle utilizzare ed effettuare gli interventi.

Infine, un ennesimo intervento di Magistri sulle note problematiche ospedaliere che penalizzano il locale nosocomio, e quindi la sua proposta di continuare la battaglia.

Articoli simili

Posta un commento