Giulianova. Arresto per “Stalking”

Giulianova. Arresto per “Stalking”

Nel pomeriggio di ieri i carabinieri della Stazione di Giulianova, diretti dal Maresciallo Angelo Varletta, hanno tratto in arresto Roberto DI MARTINO, 53 enne del luogo, soprannominato l’AMERICANO, in esecuzione di Ordinanza di misura Cautelare emessa dal Giudice per le Indagini preliminari  del Tribunale di Teramo perché resosi responsabile di “Stalking”. L’uomo dai primi giorni del mese di giugno poneva in atto comportamenti persecutori nei confronti di due donne, titolari di attività commerciali del centro,  ingenerando nelle stesse stati di ansia e paura tanto da compromettere il normale svolgimento della loro vita quotidiana. In particolare il DI MARTINO era solito sostare o transitare frequentemente dinanzi agli esercizi commerciali rivolgendosi  nei confronti delle vittime con proposte di natura sessuale e frasi minacciose tanto che le donne in più circostanze sono state costrette a chiudere l’attività commerciale, chiedendo la presenza dei Carabinieri.  I militari hanno accertato il perdurante comportamento persecutorio del  DI MARTINO, sorprendendolo in più circostanze nei pressi degli esercizi commerciali anzidetti, ed al fine di interrompere l’azione criminosa ed evitare ulteriori gravi conseguenze, hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione di una misura cautelare. Il DI MARTINO, in uno dei numerosi controlli, è stato denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebrezza alcolica, in quanto sorpreso alla di autovettura, poi sottoposta a sequestro. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Un altro arresto è stato operato nella giornata di ieri dai Carabinieri della Stazione di Silvi Marina. Si tratta di Alberto Masciangelo, 52enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari a seguito di condanna per furto aggravato, lesioni personali e minaccia. I controlli dei Carabinieri hanno permesso di accertare che l’uomo ha più volte violato le prescrizioni imposte dalla Magistratura, determinando l’emissione del provvedimento restrittivo in carcere in luogo degli arresti domiciliari. Dopo le formalità di rito Masciangelo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Infine di Carabinieri della Stazione di Mosciano Sant’Angelo hanno arrestato su ordine dell’Autorità Giudiziaria Sanie BILALI, 44enne albanese residente in Mosciano Sant’Angelo. La donna già nota alle forze dell’ordine è stata colpita da un ordine di carcerazione in seguito ad alcune condanne per furto aggravato. Anche per lei si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Teramo.

 

 

 

Articoli simili

Posta un commento