Arrivano le “Giuliette” alla Polizia Stradale. Estate 2017: più veicoli per il controllo del territorio e nuova organizzazione degli uffici per ottimizzare l’impiego degli agenti.

Arrivano le “Giuliette” alla Polizia Stradale. Estate 2017: più veicoli per il controllo del territorio e nuova organizzazione degli uffici per ottimizzare l’impiego degli agenti.

 

Questa mattina presso il Compartimento Polizia Stradale di Roma sono state presentate dieci Alfa Romeo Giulietta, assegnate in questi giorni al Reparto Operativo della Polizia Stradale di Roma  per i servizi di scorta.

Le nuove autovetture hanno sostituito altrettante Bmw che  sono state dirottate nei servizi di controllo del territorio in un momento in cui l’emergenza incendi e l’esodo richiedono una maggiore presenza della specialità sulle strade.

Per fronteggiare le emergenze del periodo estivo il Compartimento ha messo in campo, oltre alle 110 pattuglie giornaliere, altre 90 pattuglie che    complessivamente andranno ad integrare i dispositivi di controllo sulle autostrade e sulla viabilità ordinaria principale, nelle fasce orarie maggiormente a rischio, per vigilare, informare e all’occorrenza soccorrere i viaggiatori in transito. Sono state inoltre, predisposte circa 50 pattuglie delle squadre di polizia giudiziaria per svolgere specifiche attività di contrasto alla microcriminalità nelle aree di servizio e nei pressi dei caselli autostradali.

Le pattuglie oltre ad avere a bordo gli etilometri ed i precursori avranno a disposizione 4 Top Crash, per il rilevamento satellitare degli incidenti e il Trucam, sistema di rilevamento della velocità di ultima generazione.

In linea con la recente Direttiva del Ministro dell’Interno l’obiettivo resta il medesimo: prevenire gli incidenti stradali, attraverso una capillare azione di contrasto dei comportamenti di guida pericolosi quali la velocità, la distrazione, il mancato uso delle cinture di sicurezza ma anche la guida in stato di alterazione da alcool e droga.

Dunque controlli mirati, uso delle nuove tecnologie ma anche educazione stradale soprattutto per i più giovani.

Partita già dallo scorso anno con l’unificazione del Centro Operativo Polizia Stradale, prosegue la riorganizzazione degli uffici della Specialità per una maggiore presenza di uomini e mezzi sul territorio ed una più moderna e efficiente gestione degli uffici.

Si è proceduto, pertanto, in questi giorni, ad accorpare il Compartimento Polizia Stradale per il Lazio con il Compartimento dell’Umbria e il Distaccamento Polizia Stradale di Cassino con la locale Sottosezione, che diventa a competenza mista, con il conseguente recupero di 24 uomini per la vigilanza e sicurezza delle strade e autostrade.

Articoli simili

Posta un commento