10^ Operazione “Global Airport Action Day” Biglietti aerei acquistati in frode: la Polizia di Stato partecipa ad una maxi-operazione che ha interessato 61 Stati nei 5 Continenti

10^ Operazione “Global Airport Action Day”  Biglietti aerei acquistati in frode: la Polizia di Stato partecipa ad una  maxi-operazione che ha interessato 61 Stati nei 5 Continenti

 

Dal 16 al 20 ottobre u.s., si è svolta un’operazione ad alto impatto su scala mondiale, che ha visto impegnata la Polizia di Stato assieme ai colleghi delle polizie di 61 Paesi, nel controllo di titoli di viaggio acquistati fraudolentemente attraverso l’indebito utilizzo di carte elettroniche di pagamento.

195 le persone arrestate e più di 298 transazioni segnalate: è il risultato della cooperazione internazionale di Polizia che ha visto il supporto di Interpol, Europol, Ameripol, Frontex, Eurojust e Iata.

L’attività investigativa che ha interessato 226 aerostazioni in 61 Stati dei cinque continenti, è stata resa possibile anche grazie alla fattiva collaborazione di 63 vettori operanti nel campo del trasporto aereo e 6 agenzie di viaggio specializzate per gli acquisti dei biglietti on line, nonché di Mastercard, Visa, American Express, IATA e Perseuss.

 

Il coordinamento operativo, in tutto il mondo, è stato garantito dalle città di:

 

  • Singapore, per le attività negli aeroporti asiatici;
  • Bogotà, per le attività negli aeroporti dell’America del sud;
  • Pittsburgh per le attività negli aeroporti degli USA
  • Ottawa, per le attività negli aeroporti del Canada
  • L’Aja, dove personale dell’Europol ha gestito le informazioni provenienti da tutto il mondo.

 

Il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni ha allestito una Sala Operativa nazionale, con compiti di coordinamento del personale sul territorio italiano, che ha operato presso gli aeroporti diMilano Malpensa – Milano Linate – Venezia Marco Polo – Roma Fiumicino – Roma Ciampino – Napoli Capodichino – Fontana Rossa Catania – Palermo Falcone Borsellino – Guglielmo Marconi Bologna – Bergamo Orio al Serio – Genova Sestri – Torino Caselle – Cagliari Elmas – Lamezia Terme Sant’Eufemia – Perugia San Francesco d’Assisi – Ancona Falconara – Firenze Amerigo Vespucci – Bari  Carol Wojtyla – Trieste Ronchi dei Legionari.

 

In Italia, i controlli effettuati a seguito delle segnalazioni provenienti da Europol hanno portato, complessivamente, alla verifica di 18 posizioni e alla denuncia di 5 persone (Milano Malpensa,  Napoli Capodichino, Roma Fiumicino, Catania Fontana Rossa), trovate in possesso di biglietti aerei acquistati con carte utilizzate in frode.

In particolare, presso l’aeroporto di Milano Malpensa, l’attività di contrasto ha assunto i singolari risvolti di un’operazione anti-bagarinaggio: la Polizia Postale e delle Comunicazioni del capoluogo Lombardo ha infatti sorpreso due soggetti in possesso di 30 biglietti elettronici, anche questi acquisiti presumibilmente con strumenti di pagamento clonati,  per un noto spettacolo di musica elettronica internazionale, la rassegna “Awakening X Figure Nacht”, che si sarebbe tenuto la sera del 18 c.m. ad Amsterdam, in Olanda. Ai due, denunciati all’Autorità giudiziaria mianese, è stato impedito l’imbarco, ed i tagliandi sono stati sequestrati.

Complessivamente, gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni in tuta Italia hanno provveduto al controllo di 823 viaggiatori.

 

L’illecito utilizzo dei dati delle carte di credito per l’acquisto illegale di biglietti aerei è un fenomeno assai insidioso, spesso prodromico ad attività criminali assai più preoccupanti, come il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il traffico di esseri umani, il commercio di sostanze stupefacenti.

Allo stesso tempo, tale fenomeno ingenera ogni anno perdite finanziarie ingentissime, sia per le compagnie aeree che per il gli istituti finanziari coinvolti.

 

“Il furto di dati sensibili e di identità digitali delle persone fornisce ad interi settori criminali vere e proprie banche dati utilizzate per attaccare i sistemi di home banking, per sottrarre denaro, perfino per fare razzia di biglietti on line di eventi sportivi o musicali ovvero acquistare biglietti aerei o ferroviari determinando un serio allarme anche sul fronte della prevenzione e del contrasto al terrorismo.”– spiega Nunzia Ciardi, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni.

 

“Tuttavia, grazie alle operazioni congiunte che ormai da 3 anni conduciamo a livello globale, possiamo affermare che il fenomeno si è ridotto sensibilmente”.

“L’odierna operazione” – prosegue la dott.ssa Ciardi, “è, ancora una volta il frutto di una preziosa collaborazione con il settore privato ed di una altrettanto esemplare collaborazione tra la Polizia italiana, e le principali Agenzie di polizia in Europa e nel mondo”.

 

Il Direttore Esecutivo di Europol, Rob Wainwright ha dichiarato: “La frode dei biglietti aerei pone un insieme di problemi di sicurezza e non possiamo permettere a nessuno, in particolare ai terroristi e a pericolosi criminali, di viaggiare per il mondo in maniera anonima e mettere in pericolo terze persone. Per questo Europol, insieme ai partner privati, ha necessità di ampliare iniziative globali come queste, per permettere alla polizia e ai settori privati di condividere informazioni sulle attività sospette online per rendere la vita più dura possibile ai criminali.”

 

Il Direttore per il crimine organizzato ed emergente al quartier generale del Segretariato di INTERPOL, Paul Stanfield, ha dichiarato: “ Le transazioni online fraudolente sono fonte di grande guadagno per il crimine organizzato e sono spesso collegate ad altre attività che includono il Cybercrime, l’immigrazione illegale, il traffico di esseri umani ed il terrorismo. Il Global Airport Action Days è quindi un’importante operazione di collaborazione intersettoriale contro le reti criminali del crimine organizzato dietro gli acquisti fraudolenti di biglietti aerei e di altre attività  criminali”.

 

Il Presidente del Gruppo di Lavoro sulle frodi delle compagnie aeree europee, Sofia Moutsou, ha infine così commentato: “Vorrei ringraziare Europol per la grande collaborazione e per dare al settore aereo la possibilità di combattere le truffe in maniera adeguata ed organizzata. Guardiamo avanti per continuare la cooperazione che porterà a tutti i migliori risultati non solo contro le perdite finanziarie ma anche contro il crimine”.

 

 

 

 

Articoli simili

Posta un commento