G7 Pari Opportunità. A Taormina riparte il dispositivo per l’ordine e la sicurezza pubblica

G7 Pari Opportunità. A Taormina riparte il dispositivo per l’ordine e la sicurezza pubblica

Attivo da oggi il piano di sicurezza finalizzato a garantire il sereno e ordinato svolgimento del vertice “G7 Pari opportunità” che si svolgerà a Taormina il 15 e 16 novembre 2017 con la partecipazione dei ministri, titolari del relativo dicastero dei Paesi del G7.

I dispostivi di sicurezza sono stati condivisi a livello provinciale nelle Riunioni Tecniche di Coordinamento in prefettura e compendiati nella specifica ordinanza del Questore di Messina. Servizi che sono calibrati per garantire l’assoluta sicurezza del vertice, consentendo al contempo la totale fruizione della città di Taormina da parte della cittadinanza e dei turisti.

In campo tutte le Forze di Polizia, i Vigili del Fuoco, la Polizia metropolitana, le Polizie Locali, il Corpo Forestale della Regione Siciliana, nonché, per il dispositivo a mare, la Capitaneria di Porto in stretto raccordo con il Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza.

Impiegate anche le unità specializzate antiterrorismo della Polizia di Stato e dei Carabinieri accanto ad artificieri, cinofili e tiratori scelti.

Ad integrare i dispositivi di sicurezza anche aliquote di rinforzo messe in campo dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno.

Impiegati gli elicotteri della Polizia di Stato e dei Carabinieri, le unità navali della Guardia di Finanza e della della Capitaneria di Porto.

Previsti vari servizi di sicurezza statici e presidi fissi ai luoghi ove si svolgeranno i diversi momenti del Vertice, e servizi dinamici come servizi specifici di Ordine e Sicurezza pubblica per i diversi eventi in programma.

Tutte le personalità partecipanti hanno apposti servizi di tutela ed è stato rafforzato il controllo del territorio grazie anche all’impiego del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e dei Carabinieri.

Articoli simili

Posta un commento