Questa mattina una delegazione delle Specialità della Polizia di Stato, presieduta dal Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, è stata accolta da Sua Santità, Papa Francesco

Questa mattina una delegazione delle Specialità della Polizia di Stato, presieduta dal Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, è stata accolta da Sua Santità, Papa Francesco

Tra i partecipanti all’udienza in forma privata operatori della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria che si sono distinti in operazioni di salvataggio di persone in pericolo di vita o in situazioni di soccorso del cittadino.

Oggi la Polizia Stradale e la Polizia Ferroviaria festeggiano rispettivamente i 70 anni  ed i 110 anni dalla loro costituzione, e lo hanno voluto fare insieme al Santo Padre..

Due gli elementi distintivi di queste Specialità della Polizia di Stato: professionalità e prossimità.

Dalla sua nascita nel 1947, la Polizia Stradale ha svolto incessantemente la propria attività con professionalità e dedizione, entrando ormai a far parte del tessuto sociale del Paese, grazie anche alla costante attività di assistenza ai cittadini coinvolti direttamente o indirettamente in incidenti stradali e di soccorso alle persone in pericolo, anche in occasione di calamità naturali.

Ogni giorno, con circa 1.500 pattuglie, la stradale vigila su quasi 7 mila chilometri della rete autostradale e su oltre 450 mila chilometri della rete viaria primaria orientando l’attività alla riduzione degli incidenti stradali e al contrasto di fenomeni criminosi.

La Polizia Ferroviaria, istituita il 24 giugno 1907, garantisce con i suoi 4.300 operatori la sicurezza di tutti coloro che si muovono in treno o frequentano a vario titolo le stazioni (circa 3.500.000 persone al giorno), in uno scenario che vede quotidianamente coinvolti 9.000 convogli (su oltre 16.700 chilometri di linea) e più di 2.500 stazioni, con un flusso di oltre 1.600.000 passeggeri.

Grande l’impegno sul fronte dei migranti, il cui passaggio è registrato anche in ambito ferroviario, nonché la vicinanza a chi versa in condizioni di disagio o difficoltà che finisce talvolta per gravitare nei pressi delle stazioni.

Da sempre gli operatori delle Specialità indossano un’uniforme tessuta da impegno, sacrificio e abnegazione: i valori fondanti del loro operato che consentono loro di vivere con prossimità e grande sensibilità la missione, spesso eroica e dolorosa, che sono chiamati a svolgere.

Per assicurare tutto questo, pagano da sempre un prezzo altissimo. Ad oggi sono 373 i poliziotti della Polizia Stradale che hanno sacrificato la loro vita sulla strada e, nei soli ultimi 50 anni, sono 19 gli operatori della Polizia Ferroviaria che hanno perso la vita nell’adempimento del proprio dovere quotidiano.

L’incontro con il Santo Padre ha costituito l’occasione per affermare e rinnovare con slancio e passione il sentimento di prossimità e vicinanza alla collettività e a quanti versano nel bisogno.

Articoli simili

Posta un commento