San Filippo del Mela (ME): arrestati dai carabinieri una banda di 5 stranieri per tentato furto ad un capannone industriale

San Filippo del Mela (ME): arrestati dai carabinieri una banda di 5 stranieri per tentato furto ad un capannone industriale

Grazie all’intensificazione dei servizi di prevenzione finalizzati ad assicurare sempre maggiori standard di sicurezza per i cittadini e garantire una più incisiva attività di contrasto tesa a infrenare i reati di tipo predatorio, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno assicurato alla giustizia i componenti di una banda di ladri composta da tre uomini e una donna di nazionalità rumena ed un uomo di nazionalità polacca, ritenuti responsabili, in concorso, di un tentativo di furto aggravato.

In particolare nella serata di ieri, nel corso di predisposti servizi per la prevenzione ed il contrasto dei reati contro il patrimonio nel territorio della Valle del Mela, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Pace del Mela transitando nella zona industriale di Giammoro notava la rete di recinzione di un capannone tagliata, immediatamente tramite la Centrale Operativa richiedeva l’intervento di altre pattuglie in supporto per effettuare un attento controllo all’interno della struttura.

La tempestiva irruzione all’interno del capannone e la successiva battuta all’interno dell’area di pertinenza del manufatto industriale, consentiva di sorprendere la banda mentre era intenta ad asportare scaffali in metallo, una bilancia industriale, e materiale ferroso.

A finire in manette: SZEWCZYK PAWEL, cittadino polacco 26enne; BUICA LIVIU GABRIEL, cittadino rumeno 22enne; TODERICA CORNEL CONSTATIN cittadino rumeno 27enne; MOCANU PAVEL IOAN cittadino rumeno 32enne e DUMITRU IOANA DANIELA cittadina rumena 26enne; alcuni di essi già noti alle Forze dell’Ordine.

Su disposizione della competente A.G., dopo le formalità di rito, i prevenuti sono stati tradotti, per la celebrazione del rito per direttissima presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, al termine del quale, il GIP, dopo aver convalidato l’arresto ne disponeva la misura cautelare coercitiva dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Articoli simili

Posta un commento