L’insidia della pioggia gelata, fenomeno piuttosto raro

L’insidia della pioggia gelata, fenomeno piuttosto raro

La pioggia gelata é un fenomeno piuttosto raro, di non lunga durata e che colpisce zone più o meno vaste anche tra loro non contigue, che rende il fondo stradale estremamente insidioso e pericoloso determinando tamponamenti e fuoriuscite dalla carreggiata dei veicoli in circolazione.
La pioggia gela al suolo perché la temperatura della strada, inferiore allo zero, fa ghiacciare le gocce d’acqua al momento del loro impatto con il terreno. Si crea in questo modo un leggero ma insidiosissimo strato di ghiaccio, non visibile dagli automobilisti, che fa perdere aderenza agli pneumatici dei veicoli. Non esistono trattamenti preventivi del manto stradale ne si può prevedere con esattezza dove il fenomeno puo’ colpire.
In questi casi, l’unica soluzione idonea a garantire sicurezza alla circolazione é la regolazione manuale del traffico che viene percio’ volutamente rallentato e fermato in carreggiata a mezzo delle safety car della polizia stradale.
Ciò non basta. Occorre anche non alimentare i flussi di traffico della strada impedendo ad altri veicoli di accedervi. Questo risultato si ottiene, in autostrada, chiudendo le barriere dei caselli di ingresso di tutta l’aria interessata dal fenomeno.
Dopo aver fermato totalmente la circolazione, ed avere in questo modo impedito il verificarsi di ulteriori incidenti, occorre trattare il manto stradale con una soluzione di cloruro di calcio liquido per consentire lo scioglimento del ghiaccio e renderlo nuovamente percorribile.
Solo a questo punto la circolazione può riprendere sotto la stretta vigilanza della polizia che, compiendo operazioni di “navettaggio” dei mezzi, li fa lentamente e progressivamente ripartire dopo aver “bonificato” tutti i tratti.
Oggi l’area colpita dal fenomeno era molto estesa avendo interessato dapprima l’area bolognese per poi risalire fino a Parma e Piacenza.

Articoli simili

Posta un commento