Operazione Malanova: la Polizia di Stato di Reggio Calabria arresta 3 soggetti per rapina ed omicidio preterintenzionale di un´anziana donna

Operazione Malanova: la Polizia di Stato di Reggio Calabria arresta 3 soggetti per rapina ed omicidio preterintenzionale di un´anziana donna

La Polizia di Stato di Reggio Calabria ha arrestato 3 soggetti per omicidio preterintenzionale e rapina pluriaggravati ai danni di una 88enne pensionata reggina.

L´indagine, condotta dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria, ha consentito di individuare un gruppo di rapinatori composto da due uomini ed una donna che nello scorso mese di ottobre aggredì brutalmente l´anziana per appropriarsi di cospicue somme di denaro che la vittima nascondeva in casa, fino a provocarne la morte.

Malanova è il nome che i poliziotti della Squadra Mobile di Reggio Calabria hanno dato all´operazione.

L´allarme al 113 della Sala Operativa della Questura di Reggio Calabria era stato dato da alcuni familiari della vittima che non vedendola arrivare ad un incontro domenicale, erano andati a cercarla a casa, dove l´avevano trovata sul pavimento della camera da letto priva di vita.

Nel tardo pomeriggio dello scorso 21 ottobre, i rapinatori avevano atteso che la vittima rientrasse nella propria abitazione e quindi si erano introdotti all´interno dell´appartamento allo scopo di costringerla a consegnare loro il denaro che aveva in casa.

L´accurata analisi delle immagini di videosorveglianza, ha consentito ai poliziotti di rilevare alcuni passaggi sospetti di due autovetture in uso ai 3 soggetti che quel pomeriggio avevano percorso a lungo la zona fino al momento in cui avevano incrociato la vittima.

Inoltre, l´attività di intercettazione telefonica ed ambientale e di georeferenziazione dei dati tecnici ha consentito di acquisire ulteriori elementi utili a corroborare il quadro indiziario a carico dei tre indagati.

L´inchiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha fatto luce su una serie di reati predatori posti in essere dai soggetti arresti.

Dalle indagini svolte dalla Polizia di Stato è emerso che due indagati erano quotidianamente dediti alla consumazione di rapine su strada, furti e scippi nella zona sud della città, prendendo di mira soggetti deboli (anziani e donne), di cui studiavano le abitudini, gli stili di vita e i loro movimenti, prima di compiere l´azione delittuosa.

Molti colpi sono stati sventati dalla Polizia prima che venissero portati a compimento dai rapinatori.

Articoli simili

Posta un commento