La Sicilia riserva un caloroso abbraccio granata a Zaccarelli e Liboni

La Sicilia riserva un caloroso abbraccio granata a Zaccarelli e Liboni

Foto Valerio Liboni —

Sotto Renato Zaccarelli —

Salvino Cavallaro – Renato Zaccarelli e Valerio Liboni, un connubio di ispirazione granata che si interseca tra calcio e musica. Due mondi apparentemente diversi ma eguali nel loro legarsi ai sentimenti e a quella passione capace di sfociare nell’emozione più pura. Grande centrocampista di quel Torino di Gigi Radice che conquistò lo scudetto nel 1976 dopo 27 anni dalla tragedia di Superga, Renato Zaccarelli è legato alla maglia granata da una lunga militanza professionale.   ZaccarelliAlto, elegante e di bella presenza, l’ex centrocampista del Toro ha ancora oggi un nutrito seguito di tifosi granata di tutta Italia, isole comprese. Ma anche Valerio Liboni, batterista e cantautore dei Nuovi Angeli che ha scritto dieci inni ufficiali del Torino calcio interpretandone sei, ha un largo seguito di simpatizzanti tifosi del Toro che non mancano mai di cantare quel “Ancora Toro” (io questa maglia sognavo da bambino) che è entrata ormai nell’anima della gente granata. Prova ne è stato il successo che Valerio Liboni ha avuto la scorsa estate a Milazzo (Me), quando è stato invitato a presentare il suo libro racchiuso in un cofanetto comprendente un cd che porta il titolo dell’inno ufficiale del Toro. Ebbene, i due personaggi sono stati invitati in Sicilia per un viaggio itinerante che è già in corso, ed è partito da Agrigento il 22 marzo e terminerà giorno 25. Due cuori Toro che stanno riscuotendo grande successo nella Trinacria Granata organizzata da Renzo Zambito. Agrigento e la Valle dei Templi, Noto, Siracusa, Raddusa, Rosolini, Taormina e Fiumefreddo, sono le tappe di un tour granata che si sta dipanando tra storia, cultura, bellezze paesaggistiche e succulente prelibatezze siciliane. Sappiamo che in questi giorni, Zaccarelli e Liboni sono inondati dall’impareggiabile calore di una Sicilia ospitale, attenta e orgogliosa di avere con sé per un periodo breve ma intenso, dei frammenti di storia granata che sono indelebili nel tempo.

Articoli simili

Posta un commento