Iniziative di prevenzione e di contrasto della Polizia Stradale pianificate per le prossime festività pasquali, 25 aprile e del 1° maggio

Iniziative di prevenzione e di contrasto della Polizia Stradale pianificate per le prossime festività pasquali,  25 aprile e  del 1° maggio

Le prossime festività nazionali comporteranno il consueto sensibile incremento della circolazione stradale verso le principali località turistiche e vedranno, pertanto, la Polizia Stradale principalmente  impegnata per garantire le condizioni di sicurezza e fluidità della circolazione sulle principali vie di comunicazione del territorio nazionale: n. 17 Compartimenti della Polizia Stradale per il coordinamento delle attività di n. 353 Reparti.

La Polizia Stradale attiverà specifici dispositivi di prevenzione e contrasto dei comportamenti di guida più pericolosi così come quelli volti ad assistere costantemente le persone in viaggio, specie in caso di criticità e disagi.

Queste in concreto le misure:

•      attuazione in autostrada di modelli operativi incentrati su una maggiore flessibilità e visibilità delle pattuglie mediante: soste in aree o piazzole predefinite, uso dei dispositivi supplementari visivi a luce blu anche di giorno, soste nei caselli di pedaggio principali individuati preventivamente;

•      incremento delle pattuglie, soprattutto in ambito autostradale e nelle giornate nelle quali sono previsti più elevati volumi di traffico;

•      pianificazione di pattuglie motomontate, più agili per gli interventi in caso di criticità;

•      intensificazione dei controlli lungo gli itinerari verso i luoghi di ritrovo di giovani, nelle ore notturne con etilometri e precursori, per il contrasto della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti;

•      impiego di pattuglie delle Squadre di Polizia Giudiziaria per il contrasto della criminalità, soprattutto nelle aree di servizio e di parcheggio autostradali;

•      utilizzazione costante di tutte le tecnologie disponibili per l’accertamento delle violazione delle norme che disciplinano i limiti di velocità, il sorpasso e l’uso delle corsie di emergenza;

•      programmazione di mirati piani di “sosta operativa” delle pattuglie nelle aree di servizio e parcheggio, per prevenire attività delittuose e fornire assistenza alle persone in viaggio;

•      monitoraggio costante delle condizioni del traffico, condividendo le informazioni con gli Enti Proprietari e Concessionari delle strade per l’attivazione tempestiva di deviazioni su percorsi alternativi in caso di criticità;

•      impiego dei Reparti Volo della Polizia di Stato per potenziare l’attività di vigilanza e controllo delle principali arterie autostradali ed extraurbane principali ed acquisire informazioni sulla viabilità complete e tempestive;

•      costante, continua e tempestiva informazione per l’aggiornamento del C.C.I.S.S., Isoradio e degli organi d’informazione radio-televisivi sulle condizioni di percorribilità delle strade per i necessari avvisi all’utenza.

Dal 30 marzo al 3 aprile e dal 24 aprile al 2 maggio la Polizia Stradale giornalmente disporrà di:

–       1.250 operatori presso sale operative e servizi di giornata;

–       3.500 operatori di pattuglia su strada (automontate, motomontate e Squadre di P.G.).

–       1.400 pattuglie automontate;

–       150 pattuglie di P.G., in abiti borghesi, prevalentemente per il controllo delle aree di servizio autostradali;

–       100 pattuglie in moto.

E ancora:

–       5 furgoni utilizzabili come Sale Operative Mobili;

–       333 portali “Tutor”, attivati per il controllo della velocità media lungo più di 3.100 km di autostrade;

–       72 portali “Vergilius” attivati per il controllo della velocità media lungo 200 km di autostrade e strade extraurbane principali;

–       110 Autovelox;

–       300 Telelaser;

–       1000 etilometri e 2.300 precursori per il controllo delle condizioni psicofisiche dei conducenti;

–       76 Topcrash-PS per il rilievo planimetrico georeferenziato del campo del sinistro stradale.

Articoli simili

Posta un commento