“RiArtEco 2018”: parte da Messina la XIV edizione della mostra itinerante realizzata con materiale di recupero, che sarà inaugurata giovedì 5 aprile alla Camera di commercio

“RiArtEco 2018”: parte da Messina la XIV edizione della mostra itinerante realizzata con materiale di recupero, che sarà inaugurata giovedì 5 aprile alla Camera di commercio

Messina, 28 marzo 2018. E’ stata presentata questa mattina alla Camera di commercio, la XIV edizione di “RiArtEco 2018”, la mostra collettiva e itinerante di opere realizzate con materiali di recupero, che sarà allestita nel salone della Borsa del Palazzo camerale dal 5 al 20 aprile. «La Camera di commercio – afferma il presidente dell’Ente camerale, Ivo Blandina – è lieta di ospitare questo evento. Un evento artistico e culturale al tempo stesso, che è anche una grande occasione per parlare di tematiche diverse. Da un lato, l’arte del riciclo con l’artista che trova il suo mezzo espressivo nel materiale riciclato che “torna a vivere”, riappropriandosi della sua dignità di materia grezza. Dall’altro, il ciclo dei rifiuti e, dunque, la raccolta differenziata alla quale è estremamente importante educare le nuove generazioni. La Camera di commercio, agente di sviluppo economico, pensa che il riuso e il riutilizzo si sposino perfettamente con il contenimento dei costi e la compatibilità ambientale. Grazie al riciclo creativo, infatti, è possibile realizzare nuovi oggetti a costo zero e ridurre la quantità dei rifiuti destinati alle discariche. La mostra è l’occasione per ripensare al tema del ciclo dei rifiuti, a un confronto aperto e non ideologico, traguardando economie di scala e il rispetto dell’ambiente, rendendo, inoltre, competitivo e sostenibile il tessuto produttivo della nostra provincia».

L’iniziativa artistica intende andare oltre l’aspetto estetico e richiamare a un impegno etico-sociale i singoli cittadini perché si responsabilizzino e partecipino maggiormente alle scelte che hanno un impatto sul benessere e sullo stato di salute della collettività.

«Il movimento artistico e di idee “RiArtEco”, nato nel 2015, lavora per contrastare il senso edonistico di questa “liturgia degli sprechi” – afferma il referente per la Sicilia di “RiArtEco”, Nicola Spanò – reagendo al degrado urbano e morale con la vitalità di nuove energie creative per un rinnovamento nei processi produttivi e costruttivi tramite l’adozione di “best practice”. Questa non è solo una mostra di opere d’arte realizzate dal riciclo dei materiali, i cosiddetti “rifiuti”, ma è, anche e soprattutto, il segno dell’impegno costante di artisti, designer, curatori, rappresentanti delle istituzioni e semplici cittadini in difesa della nostra casa comune, la Madre Terra. Una filosofia di vita che non rifiuta, ma accoglie quanto scartato dalla società post consumistica, ormai al collasso, per rigenerarlo come accade in natura».

L’obiettivo è, quindi, quello di diffondere idee che possano favorire la nascita di un nuovo stile di vita, impegnando tutti al rispetto per l’ambiente, per il territorio, per le risorse e per tutti gli esseri che popolano il pianeta. «Da artista aderente al Movimento, per le mie opere utilizzo anche materiale di scarto, con la consapevolezza della necessità del riutilizzo, della differenziata e del risparmio delle risorse – precisa Mamy Costa – è così che trovano nuova vita pedane da magazzino, tubi elettrici, bottiglie, ruote, manichini, cassette, piatti, carte dielettriche, lampadine, ferro e strumenti vari. Con un linguaggio creativo si tenta di tradurre in bellezza lo sporco, il rifiuto, il degrado. L’arte non è la soluzione, ma l’input per riflettere su come in maniera propositiva si può costruire il cambiamento».

La mostra, che sarà allestita nel salone della Borsa del Palazzo camerale, sarà inaugurata il 5 aprile alle 18. L’esposizione rimarrà aperta fino al 20 aprile e ospiterà anche laboratori di riuso creativo.

Dopo Messina, la carovana artistica di “RiArtEco” verrà ospitata al Centro di arte e cultura di Ladispoli, alla Fortezza Medicea di Siena, alla Biblioteca Bottini dell’Olio di Livorno e a Palazzo Tursi a Genova.

Questi gli artisti che parteciperanno all’edizione 2018: Art Design Factory – Toimago s.r.l. – Paolo Beltrambini – Iudica Biagio – Antonella Brusati – Adriana Bugliarelli – Paola Buzzi – Lamberto Caravita – Cinzia Carrubba – Biagio Castilletti -Aldo Celle – Nadia Cesarini – Rossana Chiappori – Domenico Cocchiara – Sara Contardi – Mamy Costa – Barbara Cotignoli – Lidia Cucciniello – Giuseppe Pio d’Altilia – Giovanni Dal Cin – Adalgisa De Angelis – Monica Di Folco – Simona Di Pasquale – donidelmare Emily e Roberto – Donatella Fabbri – Leonarda Faggi – Sabrina Faustini – Ranauro Fiore – Mario Formica – Marco Gagliardi – Paola Gagliardone – Benedetta Jandolo – Laboratorio Selvaggiastro – Sergio Andrea Lagomarsino – Angelo Lussiana – Piergiorgio Maiorini – Simone Monesiglio – Gaia Musella – Donatella Onofri – Fabio Papi – Antonella Privitera – Anna Proietti – Claudia Scalera – Nik Spa Nicola Spanò – Elisa Tigano – Alessandro Vacchi – Stefania Verderosa – Stefania Zini – ¡Alegre! – Greta Cominotti – Alessia Verpilio.

Articoli simili

Posta un commento