Roma. Ricordato oggi il poliziotto ucciso a Baghdad Nicola Calipari

Roma. Ricordato oggi il poliziotto ucciso a Baghdad Nicola Calipari

Il Ministro dell’Interno On. Marco Minniti e il Capo della Polizia Franco Gabrielli, hanno ricordato oggi, con una cerimonia presso la Scuola Superiore di Polizia, Nicola Calipari, poliziotto e funzionario dell’intelligence, ucciso a Baghdad nel marzo del 2005. Attraverso il racconto e le testimonianze di colleghi e amici, è stata ripercorsa la sua carriera, intrisa di indiscusse doti investigative, ma soprattutto di spiccate qualità umane.

“Un uomo fuori dal comune; un uomo con i piedi per terra” viene definito da chi, ogni giorno, lavorava al suo fianco presso la squadra mobile della Questura di Roma. Un dirigente serio e brillante, che non avrebbe amato essere ricordato quale eroe, ma piuttosto come uomo comune, “ponderato nell’azione e riflessivo nelle decisioni”. All’evento, moderato dal giornalista Carlo Bonini, erano presenti la Sig.ra Rosa Villecco Calipari, oltre ad alcuni colleghi della Polizia di Stato che hanno condiviso la sua carriera lavorativa:  Daniela Stradiotto, Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, e sua collega alla squadra mobile di Roma; Alfonso d’Alfonso, ex direttore della DIA e suo collega alla squadra mobile di Cosenza; Maria Cristina Longarzia, Direttore della II divisione presso la Direzione Centrale delle Risorse Umane e sua collega all’ufficio stranieri di Roma; Francesco De Marco, ispettore della Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Cosenza.

Articoli simili

Posta un commento