Attività della Polizia di Stato di Messina e Provincia e della Capitaneria di Porto

Attività della Polizia di Stato di Messina e Provincia e della Capitaneria di Porto

Tenta di rubare una motonave ancorata alla banchina Colapesce. Arresto congiunto di Polizia di Stato e Capitaneria di Porto

Aveva puntato in alto prendendo di mira una motonave da pesca di 21 metri e 53 tonnellate di stazza lorda per un valore tra i 300 e i 400.000 euro. A bloccare CALDERARO Francesco, 20 anni, catanese, sono stati gli operatori della locale Capitaneria di Porto che, alle 20.00 circa di sabato 28 aprile, hanno notato l’imbarcazione con la prua verso il mare e priva di cime d’ormeggio.

Il ventenne, che nel frattempo era saltato in banchina cercando la fuga, è stato raggiunto dagli operatori della Capitaneria di Porto e successivamente arrestato dai poliziotti delle Volanti intervenuti prontamente.

La motonave che, in pochi minuti, era già alla deriva all’interno del porto, è stata recuperata da un rimorchiatore e da una motovedetta e assicurata nuovamente alla banchina dove, il sopralluogo a bordo, ha evidenziato la rottura del vetro di una finestra della cabina di comando e la manomissione del quadro strumenti.

Su disposizione dell’Autorità giudiziaria, l’uomo arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma Calipari in attesa di rito direttissimo previsto per stamani.

Macellazione clandestina. La Polizia di Stato denuncia tre persone a Sant’Agata Militello

Sono stati i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sant’Agata di Militello ad individuare il luogo, in aperta campagna, dove tre individui stavano macellando, in un sito non autorizzato e quindi clandestinamente, un bovino adulto, peso morto 300 chili circa, apparente età 14/15 mesi. L’animale era privo di bolo ruminale e di marchi auricolari necessari per l’identificazione e la tracciatura.

I tre soggetti sono stati denunciati per i reati macellazione di animali, in luoghi diversi dagli stabilimenti o dai locali riconosciuti, maltrattamento di animali e ricettazione.

La Polizia di Stato denuncia 3 ultrà in transito a Messina. Fumogeni e cinghie borchiate a bordo dell’auto

Hanno 33, 25 e 24 anni i tre tifosi, due con precedenti specifici, denunciati nella tarda serata di ieri dai poliziotti della D.I.G.O.S. impegnati presso gli imbarchi – rada San Francesco – in servizi di controllo per il transito tifoserie di rientro dalla trasferta per l’incontro di calcio Matera-Catania delle 17.30.

A bordo dell’auto su cui viaggiavano, i poliziotti hanno trovato e sequestrato 12 fumogeni, 3 passamontagna, 2 aste telescopiche e 2 cinghie borchiate.

Possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive e detenzione di arnesi atti ad offendere i reati contestati. Rinvenuti anche 3,65 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Articoli simili

Posta un commento