Un Memorial ricco di valori

Un Memorial ricco di valori

Salvino Cavallaro – La partita del 3° Memorial Don Aldo Rabino, che quest’anno si è svolto a Milazzo in provincia di Messina, si è conclusa con il risultato di 11 a 2 per le vecchie glorie del Torino che hanno incontrato la squadra amatoriale della Sicilia Granata. Ma in questi casi sia la partita che il risultato finale hanno soltanto un valore puramente simbolico, dinnanzi al significato profondo del ricordo di quella grande figura di riferimento spirituale del Torino, che è stato Don Aldo Rabino. Eppure, Asta, Morello, Zago, Vullo, Rossi, Parisi, Di Donato, Di Palma, aiutati da Peccarisi e dai dirigenti della società granata, Barile, Bava, Rizzieri, Polesenani, hanno dato il loro cuore (oltre ai muscoli un po’ arrugginiti dal tempo), affinché questa manifestazione riuscisse al meglio. Emoziona davvero il pensiero affettuoso di questa squadra che partita da Torino per approdare a Milazzo, ha mostrato tutto il suo entusiasmo anche nel relazionarsi con i vari tifosi granata accorsi dalla Sicilia, i quali si sono uniti all’accoglienza della gente di Milazzo. Così dice il Dr. Attilio Andriolo, medico chirurgo con l’abilitazione medico – sportiva: “I tifosi del Torino devono ritenersi molto orgogliosi di tifare per questa società e per la sua squadra di calcio. In questi due giorni di permanenza a Milazzo, in cui le vecchie glorie granata integrate da tanti dirigenti e dallo speaker ufficiale del Torino F.C. Stefano Venneri hanno mostrato grande attaccamento ai colori del Toro, ho respirato nell’aria qualcosa di diverso. Un qualcosa che sa di forte appartenenza ma, soprattutto, di grande voglia di incontrare tanti amici siciliani in un rapporto di vera amicizia. Sono stato anche presente alla cena conviviale presso il Lido La Fenice di Milazzo, ebbene, anche in quella occasione mi sono sentito partecipe della grande famiglia granata che ha saputo infondere ricordi e tante emozioni. Proprio come quando il dirigente Massimo Bava e la gloria granata Ezio Rossi, hanno ricordato tanti episodi del loro passato professionale e anche privato.” E’ bello sapere come questo calcio enfatizzi i sentimenti e unisca la gente nella voglia di andare in fondo all’anima. E non è un caso ricordare quelle parole dette da Don Aldo Rabino: “Il Toro è cosa che non si può capire, se non standoci dentro. E’ condivisione quotidiana di ideali che vanno oltre il tifo”. Per questo la città di Milazzo, la sua gente e lo Stadio Marco Salmeri, ringraziano tutta la Sicilia Granata e il Torino F.C. di avere pensato di organizzare questo 3° Memorial Don Aldo Rabino, in questo angolo di mondo in cui l’azzurro del cielo e del mare spesso si intersecano alla straordinaria ospitalità della gente di Milazzo. Per questo è bene salutarsi con un arrivederci a presto, proprio perché Milazzo è entrato in perfetta sintonia con il Torino F.C. e i suoi tifosi, straordinari interpreti della grande storia granata.

Articoli simili

Posta un commento