Eleonora Abbagnato a Torino Estate Reale

Eleonora Abbagnato a Torino Estate Reale

Eleonora Abbagnato –

Salvino Cavallato – Grande successo a Torino per Estate Reale che terminerà domenica 15 luglio 2018 con lo straordinario balletto di Eleonora Abbagnato. Manon Lescaut, La Bohème, Tosca, Madame Butterfly, sono le eroine di Giacomo Puccini che il più delle volte hanno dovuto affrontare un destino tragico. Così Torino Estate Reale ha programmato di portarle in scena per ballare sulle note delle arie più belle. Composta da venti ballerini, la coreografia è un tributo all’opera, alla musica classica, ma soprattutto all’illustre compositore.

Eleonora Abbagnato in PucciniEleonora Abbagnato in PucciniEleonora Abbagnato in PucciniCome un eco di questi brani che tutti conoscono, le opere sinfoniche illustrano la padronanza dell’orchestrazione eccezionale di Giacomo Puccini e le molteplici innovazioni armoniche. Lo spettacolo della Prima Etoile italiana dell’Opera di Parigi, nonché direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, dal titolo “Puccini”, è dedicato alle arie più belle del compositore. Si tratta di una coproduzione Italia – Francia – Daniele Cipriani Entertainment Compagnie Julien Lestel – con Eleonora Abbagnato, Giorgia Calenda, Giacomo Castellana, Claudio Cocino, Virginia Giovanetti, Federica Maine, Flavia Morgante, Michele Satriano, Alessio Rezza, Arianna Tiberi e la Compagnia Julien Lestel. Nata a Palermo, Eleonora Abbagnato inizia a studiare danza classica a 4 anni con Marisa Benassai. In seguito continua i suoi studi a Montecarlo e Cannes. Poi, a soli 14 anni, è la prima italiana ad essere ammessa alla prestigiosa scuola dell’Opera di Parigi, dove grazie ad una passione travolgente e una volontà ferrea, a 22 anni diventa Premiere Danseuse, interpretando le creazioni dei più grandi maestri della coreografia come Roland Petit, Pina Bausch, William Forsythe, John Neumeier, che la prediligono per la sua versatilità e intelligenza interpretativa. A 12 anni esordisce in televisione in un programma condotto da Pippo Baudo e in seguito appare in diversi spettacoli televisivi. Nel 2007 esordisce come attrice protagonista nel film “Il 7 e l’8” di Ficarra e Picone e nel 2009 affianca Paolo Bonolis nella conduzione del Festival di Sanremo. Nell’autunno dello stesso anno Vasco Rossi la sceglie come interprete ideale per evocare le diverse sfaccettature della figura femminile nel suo video “Ad ogni costo”, che in poche settimane diventa un cult. Intanto, sempre nel 2009, la Casa Editrice Rizzoli presenta la sua autobiografia dal titolo “Un angelo sulle punte” in cui Eleonora racconta il suo straordinario percorso costruito con entusiasmo e tenacia, che l’ha portata proprio dove lei stessa voleva arrivare.

Poi, il 31 dicembre del 2009 (anno fortunato per Eleonora Abbagnato) corona un altro sogno: ballare in occasione del concerto di capodanno a Vienna trasmesso in mondovisione, con i costumi disegnati esclusivamente per lei da Valentino. Dal 2009 al 2011 è consulente artistica del Teatro Petruzzelli di Bari, per il rilancio di questo storico teatro. Nel maggio del 2010, il presidente Sarkozy la nomina “Chevalier dans l’ordre National du merite” per ricompensarla del suo impegno al servizio dell’Opera e della Francia. Il 27 marzo 2013, su proposta del 2013 di Brigitte Lefevre Direttrice della Danza, Nicolas Joel Direttore de l’Opera National de Paris, la nomina Danseuse Etoile de l’Opera de Paris, in occasione dell’ultima replica della “Carmen” di Roland Petit. Proprio una creazione del grande coreografo che l’aveva scelta a 12 anni per essere “Aurora bambina” ne “La bella addormentata nel bosco”. E’ la prima volta che una ballerina italiana viene eletta etoile all’Opera di Parigi. Poi, nel 2015, Eleonora Abbagnato è nominata Direttrice del Balletto del Teatro dell’Opera di Roma. Insomma, un personaggio di alto prestigio che Torino Estate Reale è lieto di ospitare. La città sabauda, i torinesi e tutto il popolo amante della cultura ad alto livello artistico, potrà godere uno spettacolo davvero unico. L’appuntamento in Piazzetta Reale è previsto per le ore 21,30. Gli allestimenti dell’area spettacoli e la direzione di produzione sono stati curati dalla Fondazione del Teatro Regio di Torino in virtù di una collaborazione ormai consolidata che utilizza le esperienze e le professionalità presenti in teatro per la produzione di esibizioni dal vivo particolarmente complesse. Il costo dei biglietti è di 12 euro (posti numerati in platea), 10 euro (posti numerati in gradinata) e 5 euro per i posti numerati per i nati nel 2004.

Articoli simili

Posta un commento