MATERA: LITE IN UN BAR. DIPENDENTE IMPUGNA UN COLTELLO E MINACCIA IL PROPRIO TITOLARE. 43ENNE DENUNCIATO DAI CARABINIERI

MATERA: LITE IN UN BAR. DIPENDENTE IMPUGNA UN COLTELLO E MINACCIA IL PROPRIO TITOLARE. 43ENNE DENUNCIATO DAI CARABINIERI

Nel corso della settimana, i Carabinieri della Compagnia di Matera, nell’ ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Matera, diretta dal Procuratore dott. Pietro Argentino, un 40enne del posto, già noto alle forze dell’ ordine, ritenuto responsabile del reato di minaccia aggravata.
In particolare la vicenda in questione, ha visto coinvolti il titolare di un noto bar della città di Matera ed un suo dipendente. Quest’ ultimo, nel corso di un’ accesa discussione per futili motivi relativi a questioni di natura personale, avuta con il proprio datore di lavoro, accecato da un momento di rabbia, ha afferrato all’ improvviso un coltello “tipo da cucina”, che si trovava sul bancone dell’ esercizio commerciale e brandeggiandolo ha minacciato di morte il titolare. I militari del Nucleo Radiomobile, allertati di quanto stava accadendo, si sono precipitatisi sul posto dove, avuta la presenza delle due persone, ancora animatamente coinvolte nel litigio, onde evitare che la situazione potesse degenerare e portare a conseguenze più gravi, hanno prontamente disarmato il 43enne in tutta sicurezza, riconducendolo alla calma. Lo stesso, ricostruita la dinamica dei fatti ed alla luce degli elementi emersi, è stato denunciato all’ Autorità Giudiziaria.

Articoli simili

Posta un commento