Riserva “Capo Peloro”, definite le azioni di riqualificazione dell’area protetta

Riserva “Capo Peloro”, definite le azioni di riqualificazione dell’area protetta

Nei prossimi giorni sarà consegnato alla Polizia Metropolitana il sistema di videosorveglianza del Lago di Ganzirri

Si è svolto stamane con il Sindaco metropolitano, on. Cateno De Luca, l’incontro con il Direttore delle Riserve Naturali, dott.ssa Maria Letizia Molino, l’ing. Armando Cappadonia e il Comandante della Polizia Metropolitana, Antonino Triolo, per l’attuazione di un’azione di riqualificazione della Riserva di Capo Peloro.
Il Sindaco metropolitano ha chiesto agli uffici preposti una dettagliata relazione su quelle che sono le necessità di carattere infrastrutturale ed eventuali servizi da mettere in campo per definire una strategia globale per la valorizzazione ed il rilancio della Riserva di Capo Peloro.
Al Comandante Triolo è stato chiesto di intensificare le attività di controllo per prevenire eventuali abusi e reprimere i trasgressori.
Oltre agli interventi in corso presso tutti i canali di collegamento al mare (Canale degli Inglesi, Canale Faro, Canale Due Torri e Canale Catuso), nel giro di un paio di settimane saranno presentate le apposite relazioni per avviare un gruppo di progetti specifici per le aree che riguardano la Riserva Peloro, finalizzati al risanamento ambientale ed alla realizzazione di servizi ed infrastrutture per una migliore fruizione dell’area protetta e all’eliminazione di eventuali scarichi fognari che sembrano essere presenti in alcune zone della riserva.
A conclusione dell’incontro, l’ing. Cappadonia ha comunicato che nei prossimi giorni sarà consegnato, da parte della Direzione Ambiente, alla Polizia Metropolitana il sistema di videsorveglianza già installato intorno al Lago di Ganzirri.

Articoli simili

Posta un commento