Controllo del territorio dei Carabinieri del Comando provinciale di Latina

Controllo del territorio dei Carabinieri del Comando provinciale di Latina

Terracina(lt). recuperato ciclomotore rubato

in data 25 lug 18, i militari della locale stazione carabinieri,  identificavano e deferivano in stato di liberta’ per il reato di “ricettazione” un 24enne del luogo. il giovane, nel corso di un servizio di controllo del territorio, veniva sorpreso alla guida di un ciclomotore di proprieta’ di una donna la quale ne aveva denunciato il furto in data 14 lug 18. la refurtiva recuperata e’ stata restituita alla proprietaria.

Latina. sorpresi a tagliare un albero all’interno della cittadella giudiziaria

in data 25.07.2018, i militari della stazione cc forestale di latina, allertati dalla centrale operativa, intervenivano, unitamente alla stazione carabinieri di latina scalo, per un presunto taglio di piante non autorizzato, all’interno della cittadella giudiziaria. sul posto rinvenivano due persone intente al depezzamento di n. 1 pianta di eucaliptus appena abbattuta. il tutto all’interno di una proprieta’ totalmente recintata. nell’immediatezza procedevano all’identificazione di tre persone, ed al sequestro e deposito di circa tre quintali di legna depezzata in loco. giunti in ufficio gli operanti appuravano che la particella, su cui era stato effettuato il taglio, risultava di proprieta’ comunale, pertanto, un 72enne, un 66enne ed il custode 60enne, venivano deferite all’a.g., in stato di liberta’, in quanto, in concorso tra loro, effettuavano furto di legna aggravato dall’uso di motoseghe e danneggiamento su proprieta’ comunale.

Latina. controlli straordinari nel settore agricolo

in data 25 luglio 2018, nel corso di un predisposto servizio nell’ambito di “controlli straordinari nel settore agricolo e agroalimentare/forestale e ambientale – 2018”, i militari del gruppo carabinieri forestale latina unitamente ai militari dei carabinieri della tutela della salute e della tutela del lavoro di latina, supportati dai colleghi della stazione di borgo podgora, effettuavano un controllo presso un’azienda agricola del luogo, operante nel settore allevamento bovini da latte “razza frisona”, accertando la mancanza dell’autorizzazione degli scarichi delle acque reflue di cui art.124 del decreto legislativo n.152/2006 “norme in materia ambientale”. veniva successivamente controllata un’altra azienda di latina non accertando alcuna infrazione.

Fondi(lt). arresto per possesso di eroina

in data 26 lug 18, i carabinieri della locale tenenza, a conclusione di specifica attività investigativa,  traevano in arresto, nella flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacentiSingh JIOUNA, 55enne di origini indiane. il prevenuto, a seguito di perquisizioni personale , veniva trovato in possesso di complessivi grammi 1 (uno) circa di sostanza stupefacente tipo “eroina”, gia’ suddivisa in  dosi, nonche’ della somma in contante di euro 50 (cinquanta), ritenuta provento dell’attivita’ di spaccio. l’arrestato, espletate le formalita’ di rito, e’ stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo, previsto  per la mattinata di domani.

GAETA: ESEGUITA ORDINANZA DI CUSTODIA IN CARCERE PER OMICIDIO AGGRAVATO

26 Luglio 2018, nella mattinata odierna, i Carabinieri della Tenenza di Gaeta hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino, a carico di P.I., 40enne di Gaeta, imputato del delitto di omicidio aggravato.

La vicenda alla base del provvedimento ha origine nella notte del 25 maggio scorso, quando una pattuglia venne inviata dalla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Formia in un’abitazione di Via Lungomare Caboto dove era stata segnalata una lite in famiglia. Sul posto i militari trovarono il 40enne in stato confusionale ed il padre ultrasettantenne riverso sul letto in stato di incoscienza. L’anziano, che presentava diverse contusioni al volto ed al corpo – apparso da subito in gravissime condizioni e trasportato in ambulanza al vicino ospedale “Dono Svizzero” di Formia – veniva ricoverato presso il reparto di medicina d’urgenza con prognosi riservata. Il giovane, acquisiti ulteriori riscontri investigativi, veniva invece arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Dopo oltre quindici giorni di agonia e nonostante i disperati tentativi operati dai sanitari di un nosocomio napoletano nel quale era stato trasferito, l’anziano, purtroppo, decedeva e conseguentemente si aggravava la posizione processuale dell’arrestato. Il Pubblico Ministero titolare delle indagini, infatti, alla luce del nefasto evento e sulla scorta dell’ulteriore attività di indagine effettuata dai Carabinieri di Gaeta, con il supporto di personale del Reparto Operativo Carabinieri di Latina, specializzato in indagini scientifiche e nell’attività di sopralluogo e repertamento sulla scena del crimine, richiedeva per il 40enne la custodia cautelare in carcere per il più grave delitto di omicidio con l’aggravante di aver commesso il fatto nei confronti del padre.

Il provvedimento è stato eseguito dai Carabinieri presso la casa circondariale di Roma-Rebibbia dove l’uomo – che si trova in carcere sin dal giorno dell’arresto – era stato nel frattempo trasferito.

Articoli simili

Posta un commento