Carta dei diritti della bambina, il Comune aderisce all’iniziativa della Fidapa

Carta dei diritti della bambina, il Comune aderisce all’iniziativa della Fidapa

L’amministrazione comunale ha aderito alla proposta avanzata dalla sezione della Fidapa e nell’ultima riunione di giunta ha approvato la delibera di adozione della “Nuova carta dei Diritti della Bambina”.

La Carta, già adottata da altri Comuni in Italia, si pone come obiettivo quello di avviare un’attività di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole, rispetto al tema sempre attuale della violenza di genere, ricordando i diritti sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia del 1989 da cui sono estrapolati principi finalizzati alla tutela delle bambine e delle ragazze.

Il principio ispiratore della Carta, promossa dalla Fipada BPW Italia, è quello di concorrere alla costruzione di una sensibilità sociale secondo cui la bambina deve essere aiutata, protetta fin dalla nascita e formata in modo che possa crescere nella piena consapevolezza dei suoi diritti e dei suoi doveri contro ogni forma di discriminazione. A sostenere la proposta dell’associazione è stata l’assessore alle pari opportunità Piera Trimboli.

Articoli simili

Posta un commento